E' morto Gianni Triossi, lo storico chitarrista dei Da Polenta

Dal 1965 aveva portato sul palco la voce della contestazione. Insegnante e dirigente dell'Anpi, la sua scomparsa rappresenta un grande dolore per tutta la città

Un altro grande dolore per il mondo della musica ravennate. Si è spento a 74 anni Gianni Triossi, storico chitarrista della band ravennate Da Polenta e insegnante di educazione tecnica del Cfp delle Bassette.

Gianni Triossi, per gli amici "Ivan" era nato e cresciuto in una famiglia di tradizione antifascista, con lo zio partigiano Decimo. Amici e fan sui social lo definiscono un musicista esperto, elegante e meticoloso, una bella persona che ha scritto la storia musicale della città di Ravenna. Nel 1965 fondò i Da Polenta, una band che, così come i Nomadi, Guccini e altri importanti gruppi e artisti italiani di quegli anni, portò sul palco la voce della contestazione. Ancora negli ultimi tempi, a oltre 50 di distanza, Gianni Triossi saliva sul palco con gli altri componenti della band (Sergio Bandini, Mario Balducci, Marco Morini, Gianni Morini, Paolo Molducci, Oliviero Willich e Libero Guerra).

Molto vicino alla famiglia Triossi anche il presidente provinciale dell'Anpi (Associazione Nazionale Partigiani d'Italia) Ivano Artioli: "Triossi fu un dirigente dell'Anpi, il suo antifascismo era molto sentito e molto convinto. La sua scomparsa è veramente un grande dolore per tutti noi"

Alle mani di Gianni Triossi si deve anche la libreria presente nella sede dell'Anpi in via Berlinguer che ospita tanti volumi importanti a disposizione di alunni e studiosi. "Era il 2006: questa libreria - ricorda Ivano Artioli - fu montata da Rocco Pellegrini e Gianni Triossi che si misero al lavoro dalla mattina alla sera".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gianni "Ivan" Triossi lascia la moglie Teresa e i figli Tomaso e Viola, la nuora Romea, il genero Luca e la nipotina Marta. Il funerale si tiene mercoledì 27 maggio con partenza dalla camera mortuaria alle 10.30 fino all’impianto di cremazione del cimitero di Ravenna.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova stretta in vista: a rischio chiusura ristoranti, parrucchieri e palestre

  • Verso un nuovo decreto: coprifuoco, scuola al pomeriggio e restrizioni per i locali

  • Il premio 'Cucina dell'anno' a una locanda romagnola: "Siamo orgogliosi"

  • Coronavirus, il nuovo dpcm: piscina e palestre sotto esame. Dalle 21 possibili coprifuoco

  • Il Coronavirus torna nelle case di riposo: positivi 14 anziani e 3 oss

  • Folle inseguimento sulle auto rubate nella notte: finisce con un incidente

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento