rotate-mobile
Giovedì, 13 Giugno 2024
Cronaca

Muore in sella alla sua moto, gli amici affranti: "Lollo era come un fratello, ci ha lasciato un vuoto enorme"

Non riescono ancora a crederci gli amici di Lorenzo Bianchini, il 27enne ravennate che nella notte tra sabato e domenica ha perso la vita dopo essersi schiantato a bordo della sua moto in via Bellucci a Ravenna

"Che significato ha questa frase, ora che è successo?", si chiedono gli amici increduli, che non riescono a spiegarsi quanto è accaduto: l'ultimo post pubblico sul profilo Facebook, dopo la tragedia, acquista un nuovo significato. "Av salut e stasì bè", vi saluto e state bene. Quasi un saluto incosciente a tutti gli amici che, oggi, di fronte a quel messaggio non riescono ad accettare questo dramma.

Fatale incidente: si schianta a bordo della sua moto, giovane perde la vita sulla strada

"Mi hanno chiamato alle quattro di notte mentre ero a lavoro per dirmelo. Io non riuscivo a crederci, e ancora non ci riesco", racconta Mattia, amico di sempre di Lorenzo Bianchini, il 27enne ravennate che nella notte tra sabato e domenica ha perso la vita dopo essersi schiantato a bordo della sua moto in via Bellucci a Ravenna. "Conoscevo Lorenzo da quando avevamo 13 anni, praticamente una vita insieme - spiega commosso Mattia, che come Lorenzo lavora come operaio nello stabilimento di Marcegaglia - Per me Lollo era come un fratello, potevo dirgli tutto: mi sfogavo con lui, gli raccontavo i miei problemi e lui i suoi, e alla fine ci facevamo sempre due risate. Qualche giorno fa ho perso un altro amico, e parlandone con Lollo lui mi diceva 'Mattia, fatti forza che la vita è bella'. Era una persona solare e piena di energia. Mi ha lasciato un vuoto enorme. Ci dovevamo rivedere in questi giorni, poi è successo quello che è successo".

Lorenzo aveva appena compiuto 27 anni, il 7 giugno scorso. "Giovedì ero al suo compleanno, e insieme ridevamo di che impressione mi avrebbe fatto fra tre anni dire "Il mio amico Lollo ha 30 anni" - racconta Alessandro, amico storico di Lorenzo - Ci abbiamo riso e bevuto su: adesso se ci penso... Ci conoscevamo da più di dieci anni, anni in cui Lollo ne ha scampate più di un reduce di guerra, ma questa volta il fato ha avuto la meglio. Ci rincontreremo e torneremo a scherzare, un giorno... o forse no, ma non importa, perchè la tua amicizia me la porto comunque con me. Ciao con il sorriso, Lollo... perchè tu avresti voluto così".

IMG-20180610-WA0000-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Muore in sella alla sua moto, gli amici affranti: "Lollo era come un fratello, ci ha lasciato un vuoto enorme"

RavennaToday è in caricamento