Cronaca Brisighella

Si schianta col parapendio e muore, il dolore degli amici: "Ora vola tra le nuvole, il mondo che tanto amavi"

E' Pietro Vignoli la vittima del tragico incidente mortale in parapendio avvenuto mercoledì in una zona impervia di Monte Battaglia, nel comune di Casola Valsenio

Il cielo non aveva segreti per lui, grande appassionato e praticante da anni di parapendio. Ma qualcosa mercoledì pomeriggio è andato storto. E' Pietro Vignoli la vittima del tragico incidente mortale in parapendio avvenuto mercoledì in una zona impervia di Monte Battaglia, nel comune di Casola Valsenio. L'uomo aveva 69 anni e viveva a Brisighella.

Nel pomeriggio Vignoli si era recato a Casola insieme a un gruppo di amici per effettuare il lancio col parapendio. A un certo punto però, per cause ancora da chiarire, lo sportivo ha perso quota precipitando in una zona boschiva e schiantandosi tra gli alberi, rimanendo incastrato nella vegetazione.

Dato l'allarme, sul posto si sono precipitati i soccorsi del 118 con ambulanza, auto medica ed elicottero, che hanno iniziato le non facili ricerche insieme ai Vigili del fuoco del distaccamento di Casola. Quando sono riusciti a raggiungere il 69enne, il medico non ha potuto fare altro che constatare il decesso. Troppo violento l'impatto da quell'altezza. Sul posto si sono portati anche i Carabinieri per cercare di fare luce sulla tragedia.

Vignoli era un grande appassionato di sport, non solo di parapendio, ma anche di escursionismo in bicicletta, arrampicata e alpinismo, come testimoniano le numerose foto sul suo profilo Facebook. "Sarai sempre vivo nel mio cuore e in quello di chi ha avuto la fortuna di incrociati sulla propria strada e camminare con te - lo ricorda l'amica Antonella - Un uomo umile e buono come pochi. Ciao Pietro, ora sarai lassù tra rocce e nuvole, il mondo che tanto amavi. Buon volo".

12274610_1066891293350801_7944973859877672465_n-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si schianta col parapendio e muore, il dolore degli amici: "Ora vola tra le nuvole, il mondo che tanto amavi"

RavennaToday è in caricamento