menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Riccardo Todoli

Riccardo Todoli

Scomparso Riccardo Todoli, curatore di 'Cervia Città giardino': "Un uomo dal cuore generoso"

La comunità di Cervia è in lutto per la scomparsa di Riccardo Todoli, delegato al verde e già assessore in Comune

La comunità di Cervia è in lutto per la scomparsa di Riccardo Todoli, delegato al verde e già assessore in Comune. Il 77enne, dopo una lunga malattia, si è spento nella notte tra mercoledì e giovedì. Todoli lascia la moglie Rita, le figlie Elena e Valentina, i nipoti Federica, Marco, Niccolò, Iacopo e Germano. I funerali civili si terranno venerdì 19 ottobre alle 15 in Piazza Garibaldi, con partenza dalla camera mortuaria di Cervia.

Nato a Cervia il 6 marzo 1941, Todoli è stato insegnante all’Istituto Alberghiero ed era Gran Maestro della Ristorazione dell’Amira (Associazione Italiana Maitre Ristoranti e Alberghi). Dal 1997 ha ricoperto prima l’incarico di Assessore al Verde Pubblico, poi di Delegato al Verde "Cervia Città Giardino" nel Comune di Cervia, inoltre era sovrintendente alla elaborazione di proposte, all'avvio di iniziative e alla realizzazione di progetti specifici in materia di verde, parchi, giardini, pinete e manifestazione "Cervia Città Giardino". Era delegato del Sindaco a rappresentare il comune di Cervia nell’Associazione “Strada del sangiovese - Strada dei vini e dei sapori delle colline di Faenza”.

Il sindaco: "Un uomo dal cuore generoso"

"La sua scomparsa ci riempie di tristezza e ci addolora profondamente, perchè Riccardo era non solo una figura di riferimento per l’amministrazione e la città, ma un vero e caro amico - commenta il sindaco Luca Coffari - Se Cervia può vantare un patrimonio verde invidiato da tutti è merito anche della sua competenza, lungimiranza, dedizione e passione, che per tanti anni ha profuso come amministratore pubblico e come privato cittadino. Grazie a lui “Cervia Città Giardino Maggio in Fiore” è diventata una manifestazione internazionale di altissimo livello, la mostra d’arte floreale a cielo aperto più grande d’Europa, nonchè punto di riferimento ed esempio per architetti e tecnici del verde. Riccardo ne era fiero, anche perchè era un modo per rendere omaggio a suo padre Germano che ne fu l’ideatore, a cui era molto legato e per il quale provava un’immensa ammirazione. Per lui la cura e la salvaguardia dell’ambiente e del verde erano valori imprescindibili per il futuro e al primo posto in qualsiasi progetto politico che volesse veramente far crescere la nostra città. Era un uomo dal cuore generoso, che a volte nascondeva sotto un’apparente ruvidezza, ma era sempre pronto a collaborare, a mettersi in gioco e a trovare soluzioni innovative per risolvere i problemi. Riccardo era anche un uomo di azione e di grande praticità: tante volte lo si vedeva fermarsi nelle aiuole e nei giardini della città a togliere erbacce, a pulirli dalla carta, a sistemare un fiore o annaffiare. I suoi consigli sono sempre stati preziosi e ha lasciato un’impronta indelebile nella storia ambientale di Cervia, per questo gli esprimiamo stima ma soprattutto gratitudine. E’ stato presente nella nostra comunità e si è dedicato con passione e determinazione alla sua attività con straordinario entusiasmo fino alla fine, affrontando la sofferenza con grande dignità. Riccardo ci ha lasciato una grande eredità e noi abbiamo l’onore, ma anche il dovere, di portare avanti il suo lavoro, cercando di dedicare la stessa energia e la stessa forza che lui infondeva. Alla moglie e a tutti i familiari porgo il mio cordoglio personale, dell’amministrazione comunale e dell’ intera città. Ciao e grazie caro Riky, tutta Cervia ti abbraccia".

La Cooperativa Bagnini: "Una persona umanamente speciale"

"Siamo tutti profondamente addolorati per la scomparsa di Riccardo Todoli, una grande perdita per la città di Cervia - commenta Danilo Piraccini per conto della Cooperativa Bagnini di Cervia - Oltre a essere una brava persona, onesta e umanamente speciale, Todoli ha saputo portare avanti con passione un’attività che solo l’amore per la bellezza e la lungimiranza possono mantenere nel tempo. Amava molto Cervia e il tema ambientale. Ha sempre difeso in modo assiduo i pini e la pineta anche quando la località era più distratta dal punto di vista ambientale. Si era fatto carico di una tradizione familiare ereditata da un padre che già aveva visto nella manifestazione "Maggio in fiore" la preziosa cura delle aree verdi che una città come la nostra doveva impegnarsi ad avere. In tempi lontani, Todoli ha quindi assunto un ruolo per quella manifestazione già iniziata da suo padre che oggi è un lascito unico al mondo. Se Milano Marittima e Cervia vantano un valore in più, quello rappresentato dal verde urbano e dalla pineta, è merito di questa famiglia. Sarà difficile sostituire questa persona di grande qualità nel suo ruolo amministrativo e nella società civile".

riccardo-todoli-3

LE NOTIZIE DI OGGI

Di giorno mamma, di notte cubista. La "vita sul cubo" di Emily: "E' la mia passione, non potrei fare altro"
Giovane scomparso da casa, ricerche anche in Pineta. Il padre: "Aiutateci a ritrovarlo"
Per 52 anni ha reso Cervia una "città giardino": scomparso nella notte Riccardo Todoli
'Estate sicura', il bilancio dei Nas: quasi un'attività su due controllata non è in regola
Biglietto del bus addio: con la nuova app si compra con lo smartphone

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento