Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Il Coronavirus si porta via Saturno Carnoli: "Profonda ferita nella cultura ravennate"

Il Coronavirus si è portato via anche Saturno Carnoli, conosciuto da tutti come 'Nino', persona molto nota nel panorama culturale di Ravenna

Il Coronavirus si è portato via anche Saturno Carnoli, conosciuto da tutti come 'Nino', persona molto nota nel panorama culturale di Ravenna. Il 79enne, risultato positivo al Covid-19, si è spento all'ospedale di Lugo dopo aver affrontato un'operazione chirurgica nel nosocomio faentino. Lascia la compagna Elisabetta e la figlia Marianna.

Carnoli era un grafico, un pubblicitario, insegnante di grafica all'istituto Albe Steiner, uno scrittore appassionato. Recente la sua battaglia per salvaguardare il Grande Ferro R di Burri. "Con lui scompare una personalita di spicco nel panorama culturale ravennate - lo ricorda il vicesindaco Eugenio Fusignani - Insegnante appassionato, difficile non ricordare il suo impegno per il mosaico e per l'opera di Signorini in primo luogo. In questi ultimi anni abbiamo lavorato molto insieme e insieme abbiamo organizzato il ricordo del giovane partigiano Repubblicano Marino Pascoli. Con Saturno non scompare solo un intellettuale eclettico, ma una risorsa che avrebbe contribuito da par suo a sostenere le celebrazioni del VII centenario Dantesco. La sua morte apre una profonda ferita nella cultura ravennate, perché con lui viene a mancare un intellettuale fuori dagli schemi, disorganico e difficilmente inquadrabile. Una voce fuori dal coro che ha fatto bene a Ravenna e che avrebbe continuato ancora farlo".

Il professor Simonini ricorda l'amico 'Nino' Carnoli: "Con lui 50 anni di collaborazioni e litigate"

"Le perdite di vite umane che la nostra comunità, l’intero Paese e tutto il mondo vivono purtroppo quotidianamente in queste giornate - commenta l'assessore alla cultura Elsa Signorino a nome di tutta l'amministrazione comunale - suscitano un dolore ugualmente sincero e profondo. Ma inevitabilmente, quando a lasciarci sono persone che conosciamo, la consapevolezza di quanto sta accadendo diventa, se possibile, ancora maggiore. Del percorso di Nino Carnoli ricordiamo tra l’altro l’esperienza come uno dei docenti di punta, sul versante della grafica, dello straordinario centro professionale Albe Steiner. E l’amore per il mosaico; Carnoli è stato infatti un appassionato difensore della tradizione musiva ravennate e al contempo uno sperimentatore. Questa sua poliedricità lo ha portato a essere un intellettuale molto presente nella vita culturale ravennate, vigile, sempre pronto a difendere energicamente le posizioni nelle quali credeva. La sua voce incalzante ci mancherà. Un pensiero affettuoso alla compagna Elisabetta e alla figlia Marianna".

"Simpatia, sincerità e feroce autoironia": Ivano Marescotti ricorda l'amico Nino Carnoli

"L’improvvisa scomparsa di Saturno Carnoli lascia un enorme vuoto a Ravenna - lo ricorda Massimo Manzoli, capogruppo di Ravenna in Comune - Nino è stato un grande protagonista delle vicende ravennati fin dal 1968, quando da studente cominciò quelle attività di stimolo e ricerca socio-culturale che rimarranno al centro della sua poliedrica operosità, riuscendo a trasmettere questa energia anche ai tanti allievi creativi della comunicazione che ha formato grazie al suo impegno di insegnante presso il Centro Albe Steiner di Ravenna fra gli anni ‘70 e ‘90. Sono innumerevoli le tracce lasciate da Nino sul nostro territorio, sempre nel segno dell’innovazione e della ricerca più appassionata. Era capace di muoversi fra le più alte vette artistiche, spaziando dai mosaici antichi alle forme d’arte contemporanea, mentre allo stesso tempo rimaneva un prezioso valorizzatore delle più umili professioni della nostra tradizione, che riusciva ad esaltare nella loro semplicità. È stato anche un impagabile riscopritore di alcuni aspetti meno noti della storia ravennate. Era in tutti i sensi un figlio di Ravenna e oggi questa città ha perso uno dei suoi fanciulli più cari. Ravenna in Comune si stringe in un forte abbraccio con la famiglia".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Coronavirus si porta via Saturno Carnoli: "Profonda ferita nella cultura ravennate"

RavennaToday è in caricamento