Yoda, Et e tanti altri: i fantastici 'mostri' del cinema in cartapesta dell'artista ravennate

In mostra le fantastiche sculture in cartapesta di Alessandro De Lorenzi: "Spero di far compagnia alla gente in questo periodo difficile"

Da lunedì alcune strane creature, provenienti da galassie remote, sono approdate nel centro storico di Ravenna. Ma non abbiate paura, perché non hanno intenzioni maligne: desiderano solo farsi ammirare. Sono le sculture in cartapesta di Alessandro De Lorenzi, giovane artista ravennate che, per almeno una settimana, espone al pubblico alcune delle sue creazioni nella vetrina della Cassa di Risparmio all'angolo fra piazza dell'Aquila e via Mentana.

Quella di Alessandro è una passione viscerale che nasce da un innato istinto artistico e da un'altrettanto forte predilezione per il cinema. Proprio da qui giungono il maestro Yoda, Et, Gollum, il piccolo Groot, uno dei terribili Gremlins e tante altre creature fantastiche che affascinano non solo l'artista ravennate, ma una moltitudine di fan in tutto il mondo. Per Alessandro si tratta della sua seconda esposizione: infatti le sue opere erano già state messe in mostra al bagno Kontiki di Marina, ma l'artista non nasconde il desiderio di trovare presto nuovi spazi per i suoi "mostriciattoli".

Raccontaci di questa tua passione: quando hai iniziato a realizzare questi personaggi?
Prima disegnavo, ho fatto anche due libri per bambini. Ho iniziato a dedicarmi alla scultura in cartapesta dieci anni fa, quando ero all'università. Prima facevo le maschere di carnevale e i presepi. A Natale 2019 mi sono dedicato alla mia prima creatura tratta dai film di fantascienza e così ho realizzato una copia di Alien. Infine durante il lockdown ho iniziato a realizzare nuovi personaggi dei film che amo.

Da dove inizia la tua passione?
A me piace lavorare a mano. Più che la manualità meccanica, prediligo quella artistica. Da dove è nato tutto? Forse dalla mia passione per i film. Con questa mostra ora spero di far compagnia alla gente in questo periodo difficile.

Quanto tempo impieghi per realizzare una scultura?
In media due settimane, sono tutti riproduzioni in scala 1:1. Quando ero a casa per il lockdown ho avuto molto più tempo a disposizione e così mi sono messo a creare tanti nuovi personaggi. La prima di queste creature fantastiche però è stata Alien, che è alta 2 metri, e ho impiegato un mese per completarla.

I soggetti rappresentati appartengono tutti al mondo della fantascienza e del fantasy. Hai pensato di spingerti anche verso altri orizzonti?
Io vorrei organizzare delle mostre mie e condividere le mie opere con la gente. Sono tutte sculture in scala reale, sono ingombranti ed è un peccato tenerle tutte nella mia mansarda. Ormai è come una camera degli orrori!

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico infortunio sul lavoro: muore operaio di 26 anni

  • Cristiano dedica il suo 'brodetto che innamora' al marito e conquista i giudici di Masterchef

  • Nuovo decreto: visite agli amici solo in due, niente asporto dopo le 18 per i bar e 'area bianca'

  • Carcasse di animali e 600mila euro in contanti nello studio: sequestro da 1 milione al veterinario

  • Muore a 26 anni, l'appello: "Aiutateci a trovare una casa per le sue gatte"

  • "Babbo, da dove viene la mia famiglia?": e lui ricostruisce 7 secoli di parenti in tutto il mondo

Torna su
RavennaToday è in caricamento