menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Anche un Dante versione Lego nella mostra del Mar 'Forever Young'

L'artista Riccardo Zangelmi ha voluto celebrare la città che ospita la sua prima importante mostra museale con un’opera raffigurante Dante che entrerà a far parte delle collezioni permanenti del Mar

Insieme a quella - molto discussa in città - di Chuck Close, ha inaugurato venerdì pomeriggio al Mar, nell’ambito della VI edizione di RavennaMosaico 2019, Biennale di Mosaico Contemporaneo, la mostra intitolata Riccardo Zangelmi. Forever young. La mostra viene ospitata dal 5 ottobre al 12 gennaio. Riccardo Zangelmi, primo ed unico Lego Certified Professional italiano in un ristretto gruppo di sole 14 persone nel mondo, torna in questa occasione a esporre negli spazi della Loggetta Lombardesca, presentando un evento personale per la prima volta in un museo pubblico, dopo essere stato già presente nella precedente edizione della Biennale con la sua opera Brickvision Fly, realizzata con 105.000 mattoncini, all’interno del percorso Montezuma, Fontana, Mirko. La scultura a mosaico dalle origini ad oggi.

La mostra è composta da 20 opere realizzate con quasi 800mila mattoncini colorati, e, secondo le intenzioni dell’artista, rappresenta un vero e proprio progetto creativo costituito da oggetti, ricordi e fantasie legati al mondo dell'infanzia, con l’obiettivo di far emergere il fanciullino che si nasconde ancora in ognuno di noi. Siamo, infatti, guidati nel percorso da coinvolgenti sculture raffiguranti bambini, realizzate in questi ultimi mesi appositamente per l’appuntamento ravennate, che ci trascinano in un mondo e un tempo in cui noi stessi, grazie a quegli stessi mattoncini, avevamo la libertà di creare quello che la nostra fantasia ci suggeriva e di dare forma alla nostra immaginazione.

Opere bidimensionali, sculture e oggetti di design, che nascono da un rigoroso studio e da una puntuale progettazione scientifica, ma connotati da una giocosa vena di ironia, riproponendoci sotto una nuova luce il concetto di “assemblare” proprio del mosaico, permettendoci così, l’azzardo di accostare i mattoncini più famosi al mondo alle antiche tessere, in una versione Pop. Dalle parole dello stesso artista percepiamo la poesia con la quale vuole condurci in questo viaggio a ritroso, per ritrovare oggi i bambini che eravamo ieri: “In questa mostra troviamo Hope, la speranza, la più preziosa tra le aspirazioni, innata in ogni bambino o Chiedilo alle stelle che raffigura un universo di sogni nel quale immergersi e cercare quello più importante e che racconta la mia storia di fanciullo perso fra i Lego, con la voglia di trovare una strada”.

Riccardo Zangelmi ha voluto celebrare la città che ospita la sua prima importante mostra museale e ha appositamente realizzato un’opera raffigurante Dante Alighieri che entrerà a far parte delle collezioni permanenti del Mar; è inoltre possibile per i visitatori acquistare presso il bookshop del museo, in edizione limitata ed esclusiva, un’opera a tema dantesco costruita con i mattoncini più famosi al mondo. Orario: 9-18 dal martedì al sabato, 11-19 alla domenica e festivi, lunedì chiuso (il servizio di biglietteria termina un’ora prima della chiusura)  Ingresso: intero 9 euro, ridotto 7, studenti Accademia e Università 5, omaggio bambini fino ai 14 anni e tutte le categorie aventi diritto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento