menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La mostra ‘Rosa Mystica - Il fiore della Vergine in tavola e nell’arte sacra’

In affascinante viaggio nel simbolismo floreale nell’iconografia cristiana in occasione della nuova edizione della Festa del Contadino

In uno scenario più unico che raro è esposta la mostra ‘Rosa Mystica - Il fiore della Vergine in tavola e nell’arte sacra’, visibile oggi 7 settembre e domani 8 settembre, dalle 10 alle 20, all’interno della Chiesa del Morelli a Sasso Morelli, vicino Imola. Dopo il successo dell’anno scorso della mostra ‘Giardini dell’anima’, c’è la nuova possibilità di fare un affascinante viaggio nel simbolismo floreale nell’iconografia cristiana. Una mostra visibile in occasione della nuova edizione della Festa del Contadino, evento clou del territorio, dove l’azienda Clai è protagonista.

La mostra

L’esposizione di quadri e ceramiche ‘Rosa Mystica’, il curatore Marco Violi e Clai presentano così una preziosa e variegata selezione di maioliche prevalentemente d'uso (secc. XVII-XX/inizi), decorate a motivi floreali nei quali predomina il fiore della rosa, insieme ad un nutrito gruppo di opere d’arte sacra: tessuti ed oreficerie liturgiche, sculture, dipinti, targhe ceramiche, reliquiari, incisioni (secc. XVII-XXI) raffiguranti la Vergine e i santi il cui simbolo è, appunto, il fiore della rosa. La mostra vanta numerosi inediti e alcune interessanti scoperte.

Le opere selezionate provengono dal Museo Diocesano di Imola, dalla cappella privata del Palazzo vescovile, dalla Cattedrale di Imola, dalla Chiesa del Carmine, dal Museo della Cooperativa Ceramica di Imola, dal Comune di Crevalcore, da alcune importanti gallerie antiquarie e, infine, da alcune prestigiose collezioni private di Cesena, Imola e Trento. Sono presenti, inoltre, due grandi dipinti di Giovanni Gasparro e Luigi Pellanda (quest'ultimo eseguito appositamente per questa esposizione

Festa del Contadino Clai

Oggi e domani a Sasso Morelli grande festa tra arte, cultura, cibo e musica grazie alla tradizione popolare  che incontra i gusti del territorio. Dopo l’inaugurazione della mostra, oggi  7 settembre doppio appuntamento con il ‘Premio 100% Italiano’ e il ‘Galà lirico’. Domani, 8 settembre invece, gara campestre e passeggiata ecologica la mattina e nel pomeriggio un ricco programma di intrattenimento con giochi, spettacoli, laboratori e il tradizionale Palio dei Pigiatori.Organizzata dalla Cooperativa Lavoratori Agricoli Imolesi, con il patrocinio del Comune di Imola, la Festa popolare di Clay propone un ricco weekend di eventi che promuovono gli aspetti culturali e religiosi del territorio con le tradizioni e i sapori della cucina imole


“Nelle ultime mostre abbiamo associato il tema sacro a quello del convivio, della tavola, tema che ritorna puntualmente anche in “Rosa Mystica” – commenta Giovanni Bettini, presidente Clay - Nella concezione cristiana della persona tutto l’umano è compreso, e il cibo è nutrimento per il corpo e per l’anima, tutto vive nel rapporto con il sacro. Le splendide ceramiche esposte rimandano ad una sapienza creativa, che ha trovato particolarmente in Imola e Faenza centri di diffusione di un patrimonio culturale di formidabile valore”.

A sottolineare il forte legame tra la cooperativa Clai, ormai tra i principali leader nel settore, è il direttore generale Pietro d’Angeli: “La nostra Festa del Contadino è un segno della nostra storia, del nostro passato, del presente e del territorio. Una festa che ci lega ancora più al territorio, sentita e vissuta. Abbiamo sempre dato valore e importanza alle persone, e crediamo che il futuro sia basato sulle persone. Per questo è importante continuare a crescere e costruire sempre più competenze, trasmettendo capacità e valori. Una cooperativa ha valore sociale, e questo deve essere sviluppato sempre più. Da qui il grande impegno di Clai sul territorio”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Dall'Antica Roma al terzo millennio: il mito eterno dei Lom a Merz

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento