Motore in avaria e in balia del vento per due ore: soccorsi dalla Guardia Costiera

"Ai diportisti si ricorda prima di intraprendere qualsiasi tipo di navigazione, di informarsi sulle condizioni meteomarine"

Salvata una famiglia cervese che si è trovata col motore in panne a 11 miglia dalla costa. Erano le 12 di lunedì quando alla Capitaneria di Porto è arrivata  la chiamata al numero blu 1530. Il diportista con famiglia al seguito, dopo il violento temporale aveva deciso di andare in Croazia non calcolando il limite della copertura telefonica ma soprattutto lo stato del vento e del mare che dal primo pomeriggio aveva iniziato ad alzarsi. L’avaria ha completato il quadro: il motore non ripartiva ed il forte vento scarrocciava il natante ormai in balia delle onde.

Raggiunti nel primo pomeriggio, dopo due ore in balia delle onde, dalla motovedetta della Guardia Costiera di Cervia CP 552, sono risultate in buona salute. “Ai diportisti si ricorda prima di intraprendere qualsiasi tipo di navigazione, di informarsi sulle condizioni meteomarine – dichiara il comandante Petrella della Capitaneria di porto di Cervia – di controllare scrupolosamente tutte le dotazioni di sicurezza presenti e previste a bordo come razzi, boette fumogene e giubbotti di salvataggio tanti per quanti sono le persone presenti a bordo.”

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Se non un rischio zero, almeno un rischio valutabile. Con questo spirito ogni diportista dovrebbe approcciarsi alla navigazione. E’ indispensabile assicurarsi che la zona in cui si naviga sia sotto copertura telefonica. Il primo passo per una navigazione sicura è lo studio della rotta e della destinazione valutando, durante la traversata, i fondali e le condizioni meteomarine a cui si sta andando incontro. E' indispensabile infatti la conoscenza della situazione metereologica poiché in caso di cambiamento repentino delle condizioni del tempo e del mare è opportuno privilegiare rotte più tranquille rispetto a rotte che, anche se più brevi, sarebbero maggiormente esposte a maltempo e mare formato. E' buona norma effettuare un controllo completo dell'imbarcazione prima di prendere il mare: verificare che il carburante sia almeno il 30% in più rispetto a quello necessario calcolato per l'andata e il ritorno della crociera, tramite la consultazione del "consumo orario" del motore indicato sul certificato d'uso del motore stesso. Controllare sempre le condizioni dello scafo e dei suoi componenti: che non ci sia acqua nelle sentine, che non abbia perdite di combustibile, che il motore sia perfettamente funzionante verificando al contempo la carica delle batterie e il buon funzionamento del radiotelefono”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sui binari: studente minorenne perde la vita

  • Primi due studenti positivi al Coronavirus in due scuole ravennati

  • Il coronavirus fa un'altra vittima. "Mascherina sulla bocca e testa sulle spalle"

  • Coronavirus, la nuova fotografia dei contagiati: undici sono in isolamento domiciliare

  • Dramma sui binari: muore investito da un treno

  • Travolto mentre attraversa in pieno centro: portato in ospedale in elicottero

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento