Movida fuori controllo: i sindacati chiedono un incontro al Prefetto

I sindacati Fp Cgil, Cisl Fp e Uil Fpl hanno inviato una richiesta d'incontro al Prefetto di Ravenna Enrico Caterino in merito all'esigenza di sicurezza e i servizi di Polizia locale

I sindacati Fp Cgil, Cisl Fp e Uil Fpl hanno inviato una richiesta d'incontro al Prefetto di Ravenna Enrico Caterino in merito all'esigenza di sicurezza e i servizi di Polizia locale. "Le esigenze di viabilità, lotta al degrado e tutela della sicurezza urbana, nel corso delle stagioni estive, interessano particolarmente le località litoranee e le fasce orarie serali e notturne; la presente stagione estiva ha visto acuirsi il quadro esigenziale in ragione del mutato scenario da ricondursi all’ emergenza Covid-19 con criticità manifestatesi nelle località marittime della provincia di Ravenna - si legge nel testo della richiesta - In tale contesto nei weekend le Polizie locali operano sul territorio controllando attività commerciali, arenili, stabilimenti balneari e a queste si aggiungono tante ore di attività all’interno delle “oasi movida” ove sistematicamente si verificano atti vandalici, degrado, rissa e stato di ubriachezza".

"Nella nostra realtà, dalla riapertura delle attività turistiche e di intrattenimento, abbiamo riscontrato un duplice aspetto che deve essere considerato, perchè una vera e propria miscela esplosiva - spiegano i sindacati - Abbiamo visto come nelle località balneari nei fine settimana sia maggiore il consumo di alcol da parte di giovani e giovanissimi che raggiungono la riviera per la movida serale e notturna, abbiamo già osservato come con facilità gruppi di giovani nel cuore della notte si affrontino a colpi di sedie o bottiglie, ed ecco che entrano in gioco le forze dell’ordine, compreso agenti della polizia locale, che con residue forze tentano di arginare il problema e si adoperano per garantire la sicurezza e l’incolumità di chi si trova ad essere coinvolto nella movida. La richiesta è semplice: chiediamo un autorevole intervento affinchè siano disposti i rinforzi utili a garantire la sicurezza dei cittadini, dei turisti ma anche degli uomini e delle donne di forze di polizia che operano sul territorio. Se si perderà tempo o si faranno sterili aggiustamenti, rischiamo il collasso del sistema sicurezza, minando la sicurezza del personale impiegato e la possibilità di vedere pregiudicato i loro stessi diritti di lavoratori e cittadini".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Disperato dopo la separazione, costretto a svendere su internet anche l'aspirapolvere

  • Coronavirus, un altro studente positivo a scuola: classe in quarantena

  • Si parte in anticipo coi vaccini antinfluenzali: gratis sopra i 60 anni

  • Apre un nuovo supermercato: "Risanata un'area dismessa e investiti 5 milioni di euro"

  • Elezioni a Faenza: lo spoglio delle schede e i risultati - LA DIRETTA

  • Coronavirus, due positivi a scuola: quarantena per alunni e docenti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento