rotate-mobile
Mercoledì, 22 Maggio 2024
Cronaca

Movida a Marina di Ravenna, il navetto notturno degli universitari diventà realtà

Dopo anni di serate di prova, di sperimentazioni, di sondaggi, per capire effettivamente le esigenze degli studenti universitari di Ravenna sul tema trasporti, nell'estate 2014 il navetto notturno diventa realtà

Dopo anni di serate di prova, di sperimentazioni, di sondaggi, per capire effettivamente le esigenze degli studenti universitari di Ravenna sul tema trasporti, nell'estate imminente il navetto notturno diventa realtà. Mentre la scorsa estate è stato svolto per sole cinque date, quest'anno esso sarà un appuntamento fisso: ogni venerdi fino al 15 settembre, saranno svolte corse per tutte le esigenze, dalla cena, fino al rientro notturno.

Si parte alle ore 20 con la prima corsa, dedicata a chi desidera cenare a Marina di Ravenna, per poi proseguire con due corse, con partenza alle ore 22,30 e poi alle 23,30, riguardanti la movida notturna. I rientri sono fissati alle ore 23, 3,30 e 4,30 ed il tragitto è semplice e breve: si parte da Ravenna in Piazza Baracca, per passare con una fermata veloce in Viale Farini, all'arrivo in pieno centro a Marina di Ravenna davanti al Cocomeraio in Via Ciro Menotti.

Il progetto è stato finalmente realizzato grazie all'unione di tante forze, le quali hanno visto e creduto nel lavoro svolto dalle Associazioni Universitarie Asur e Kartoffell in questi anni, e si è creato un movimento di attività le quali hanno sostenuto questo collegamento gratuito fra il mare ed il centro città. In particolare sono proprio tutte le attività del centro della movida notturna di Marina di Ravenna, quindi il Mowa, I Fanti e la discoteca Matilda che hanno offerto il loro contributo affinchè tutto questo potesse avere una continuità per cosi tanti servizi. Inoltre si deve ringraziare la Fondazione Flaminia che haa avuto un ruolo da protagonista, credendo e sostenendo il progetto fin dall'inizio, ma soprattutto l Assessore Andrea Corsini, ed il Vice Sindaco Giannantonio Mingozzi, il quale da diversi anni si batte e sostiene le nuove esigenze che vengono dagli studenti universitari, così come il gruppo dei Giovani Democratici.

Le associazioni universitarie di Ravenna, si legge in una nota, "sono quindi particolarmente felici, perchè il progetto non solo permette in modo gratuito di raggiungere i luoghi di divertimento preferiti dagli universitari non automuniti, ma consente anche a chi è dotato di mezzo di trasporto, di lasciarlo chiuso in garage, in modo tale da non oberare il traffico di Marina, di inquinare meno e soprattutto, di prevenire eventuali incidenti, i quali purtroppo sono frequenti. Inoltre, il bus sarà dotato di un addetto alla sicurezza, il quale verificherà che non accedano allo stesso soggetti facinorosi e che comunque venga mantenuto l'ordine e la buona educazione all'interno dello stesso, particolare già adottato gli anni scorsi, anticipando di gran lunga quanto accaduto poi recentemente in alcune linee pubbliche".

Alessandro Scarabelli, presidente, e Giovanni Crocetti vicepresidente di Asur, "ringraziano quindi ancora una volta tutti i soggetti i quali hanno reso possibile l'avverarsi di questa richiesta corale degli universitari e vi danno appuntamento a  venerdi sera in piazza Baracca per l'inaugurazione del progetto e le foto di rito".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Movida a Marina di Ravenna, il navetto notturno degli universitari diventà realtà

RavennaToday è in caricamento