Multa al Baretto di Marina: "La contesterò. Eravamo in regola"

Racconta il gestore del locale: "Mi hanno detto che dovrei prendere due addetti per controllare, ma con il 60% in meno di posti all'interno del locale come posso permettermelo?"

Il primo weekend di movida, favorito dal bel tempo e dal ponte del 2 giugno, è risultato amaro per il Baretto di Marina di Ravenna, storico locale che a marzo 2019 aveva riaperto i battenti sul molo di Marina. Ma cos'è successo? Intorno alle 20 di lunedì 1 giugno sulla banchina del porto i Carabinieri in pattuglia hanno riscontrato una situazione di assembramento causata da un gruppo di circa dieci persone, fra i 30 e i 40 anni, sedute in circolo e intente a fare aperitivo nell'area della banchina di fronte al locale, pare, senza rispettare le necessarie distanze di sicurezza. Al centro avevano posto un altro sgabello da utilizzare come tavolo per i loro drink e nessuno di loro indossava la mascherina. I militari hanno dunque comminato le relative multe da 400 euro, una delle quali destinata ai gestori del locale.

Dell'episodio si è già molto parlato nei giorni scorsi, si tratta infatti della sola multa per assembramento contro un locale nel Comune di Ravenna nel ponte della Festa della Repubblica (a cui si aggiungono le sanzioni contro due locali di Milano Marittima). A spiegarci la situazione è Alberto Moretti, gestore del Baretto: "E' accaduto sulle 20, mentre eravamo in pieno lavoro - quando sono arrivati i Carabinieri per contestare il comportamento di un gruppo di ragazzi all'esterno del locale - erano in undici, ma hanno ritirato solo otto documenti. Hanno detto che la nostra colpa è quella di aver creato assembramento".

"Noi siamo dentro al locale dove serviamo due persone al banco - ci spiega Moretti - I Carabinieri mi hanno detto che dovrei prendere due addetti per controllare i clienti, ma in questa situazione con il 60% in meno di posti all'interno del locale come posso permettermelo?".
"Davanti al locale passano ogni 20 minuti forze dell'ordine - prosegue il gestore del Baretto - sarebbe meglio far prevenzione e comunicare, come già è successo in passato, le situazioni che non sono in regola. Dentro al locale era tutto a posto". Moretti ritiene insomma che la multa sia stata disposta con eccessiva severità: "Siamo stati tutti tre mesi a casa senza lavorare".

Occorre forse fare chiarezza su un altro punto, e cioè che il gruppo di clienti sanzionati per assembramento non erano all'interno dell'area del locale. Al gestore del Baretto sorge dunque qualche dubbio sulla propria responsabilità. "Non ho aree esterne davanti al locale. Ho chiesto la concessione all'Autorità Portuale per avere un'area aggiuntiva per recuperare spazio per i clienti e spero che mi diano il permesso".

Su quanto sia difficile far rispettare regole e distanze ai propri clienti, Alberto Moretti risponde che "il 99 per cento dei nostri clienti rispetta le distanze e le disposizioni di sicurezza. Alcuni si sono lamentati per la fila, perché appunto serviamo due persone alla volta. Siamo già stati controllati più volte: una domenica pomeriggio è venuta la polizia municipale, con la fila dei clienti che arrivava fino al muretto, e ci avevano detto che andava tutto bene".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Intanto la situazione è questa: al locale di Marina di Ravenna è stata comminata, come ai clienti, una multa di 400 euro, mentre sembra più remoto il rischio di una sospensione dell'attività che dovrebbe avvenire solo in caso di comportamento recidivo. L'intenzione di Moretti, comunque, è quella di fare ricorso contro la multa: "La contesterò sicuramente, perchè non mi sembra giusto. Se sei in regola, perché devono farti la multa? Bisogna guardare tutto il contesto. Si trattava di otto persone fuori dall'area del locale, quando c'erano cento o più persone sul muretto davanti, tutte in regola. Non penso di essere fuori regola. Io ci tengo a lavorare".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova stretta in vista: a rischio chiusura ristoranti, parrucchieri e palestre

  • Sanità innovativa: in ospedale uno strumento che colpisce le cellule tumorali

  • Il premio 'Cucina dell'anno' a una locanda romagnola: "Siamo orgogliosi"

  • Coronavirus, il nuovo dpcm: piscina e palestre sotto esame. Dalle 21 possibili coprifuoco

  • Si schianta con l'Harley contro il new jersey: motociclista gravissimo

  • Quattro ristoranti ravennati premiati al 'Gran Premio internazionale della ristorazione'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento