menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nasconde la droga dentro ai pantaloni: donna denunciata e pusher in manette

La donna, non appena informata della perquisizione, ha ammesso ai militari di essere in possesso di alcune dosi di eroina e, nel dire ciò, ha infilato la sua mano all’interno dei pantaloni

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Faenza hanno arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti un 24enne tunisino e denunciato una 32enne, entrambi domiciliati nel forlivese. I fatti risalgono a martedì sera, quando una pattuglia del Nucleo Radiomobile, durante un normale servizio di controllo in via Granarolo all’altezza dell’uscita dell’autostrada A14, ha fermato una Renault Clio al fine di controllarne gli occupanti. Alla guida del veicolo c’era una donna mentre il passeggero, di nazionalità tunisina, fin dall’inizio ha spiegato di essere sprovvisto di documenti d’identità, entrambi domiciliati fuori Faenza.

I due, nel corso del controllo, si sono mostrati immotivatamente agitati e nervosi. Gli operanti da un’interrogazione alla banca dati delle Forze di Polizia hanno accertato che entrambi i fermati erano gravati da precedenti relativi allo spaccio di sostanze stupefacenti e inoltre i due, non fornendo una spiegazione plausibile sulla loro presenza a Faenza, sono stati informati che sarebbero stati sottoposti a perquisizione personale e pertanto di consegnare quanto di eventualmente illecito avessero con loro o in auto. La donna, non appena informata della perquisizione, ha ammesso ai militari di essere in possesso di alcune dosi di eroina e, nel dire ciò, ha infilato la sua mano all’interno dei pantaloni estraendo un involucro in cellophane trasparente che ha poi consegnato, all’interno del quale erano presenti 7 involucri più piccoli sempre in cellophane trasparente contenenti 7 dosi di eroina, per un peso complessivo di 6 grammi circa. La successiva perquisizione personale e veicolare, estesa anche all’abitazione dei due, ha dato esito negativo.

I due sono stati portati in Caserma dove il tunisino ha dichiarato agli operanti che la droga in questione era di sua proprietà e, pertanto, se ne è assunto ogni responsabilità. Stante i gravi indizi di colpevolezza raccolti, il 24enne è stato  arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, mentre la donna è stata denunciata in stato di libertà. L’arresto è stato avallato dal Pubblico Ministero e lo straniero, dopo aver passato la notte in camera di sicurezza, è stato accompagnato presso il Tribunale di Ravenna dove il giudice, dopo aver convalidato l’arresto, lo ha sottoposto alla misura cautelare di divieto di dimora nella Provincia di Ravenna in attesa del processo che sarà prossimamente celebrato.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento