Natale solidale: niente abete in piazza, ma alberi di legno e luci

Il sindaco: "Quest’anno abbiamo deciso di destinare le risorse economiche previste per l’acquisto di abeti veri alla ripiantumazione di alberi nel Bellunese, devastato da un’alluvione che ha spazzato via milioni di alberi"

A Massa Lombarda quest’anno sarà un Natale solidale. L’Amministrazione comunale ha infatti deciso di non comprare abeti, ma di realizzare alberi natalizi addobbati con luci e decorazioni, riutilizzando delle bobine in legno. Gli alberi e le luminarie sono stati accesi giovedì 6 dicembre alla presenza del sindaco Daniele Bassi.

“Quest’anno abbiamo deciso di destinare le risorse economiche previste per l’acquisto di abeti veri alla ripiantumazione di alberi nel Bellunese, devastato da un’alluvione che ha spazzato via milioni di alberi – spiega il sindaco Daniele Bassi -. Si tratta di un modo concreto per esprimere vicinanza a chi è stato così gravemente colpito dalla recente e tremenda ondata di maltempo. L’albero, che noi abbiamo affettuosamente rinominato Bobacchio, e le luminarie sono già accese nel centro storico e a Fruges, dove resteranno per tutto il periodo natalizio”.

Questi speciali alberi di Natale sono stati sistemati in piazza Matteotti e a Fruges e sono stati assemblati dalla squadra tecnica del Comune con materiali di riciclo, bobine di legno avvolgi-cavo fornite dalla Gamie. Ad accompagnare l’atmosfera natalizia ci sarà anche il Villaggio di Natale che circonda l'albero montato in piazza Matteotti ed è ispirato a Bruno Munari. Le bimbe e i bimbi, guidati dall’atelierista della Scuola comunale d'Arte e Mestieri "Umberto Folli", hanno infatti decorato, ispirandosi ai lavori di Munari, gli alberini di legno forniti da InMassa Associazione di Imprese, durante le lezioni del laboratorio “Il Pastello”. Dentro al Villaggio di Natale trovano spazio anche le sculture, sempre dedicate al Natale, di Renato Mancini. Il Villaggio di Natale è un’iniziativa del Comune di Massa Lombarda, in collaborazione con InMassa Associazione di Imprese, associazione culturale Arte.Na e Renato Mancini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ennesimo violento schianto all'incrocio pericoloso: tre giovani in ospedale

  • Gusti e sapori unici: 10 pizzerie da "provare" a Ravenna

  • Muore a 57 anni dopo un'operazione: si indaga per omicidio colposo

  • Finge di essere rimasta senza benzina e con in auto il bimbo: tanti passanti truffati

  • Uno sguardo dentro al nuovo Mercato Coperto: ecco come è diventata la grande 'piazza della città'

  • Tamponamento a catena sull'Adriatica: interviene l'elicottero, lunghe code di veicoli

Torna su
RavennaToday è in caricamento