Negli anni '50 costruì la chiesetta del cimitero di Cervia: accolto dal sindaco

Il sindaco Massimo Medri ha incontrato il cervese Eugenio “Ennio” Casadei, l’unico ancora in vita dei tre muratori che costruirono la storica chiesetta del cimitero di Cervia

Il sindaco di Cervia Massimo Medri ha incontrato il cervese Eugenio “Ennio” Casadei, l’unico ancora in vita dei tre muratori che costruirono la storica chiesetta del cimitero di Cervia. All'incontro erano presenti anche Romana Casadei, vedova dell’allora capomastro Giuliano Tesei, e il vicesindaco Gabriele Armuzzi.

Eugenio ha narrato la storia della chiesetta costruita alla fine degli anni '50, qualche anno prima dell’ampliamento del cimitero, che sostituì quella precedente ormai fatiscente. “Fu un lavoro impegnativo - ha raccontato Ennio, ora 85enne – e una grande sfida. Infatti la costruzione richiese grande precisione, in particolare per i mattoni faccia vista su parete tonda, le cui imperfezioni sarebbero saltate subito all’occhio e si sarebbero viste per sempre”. Insieme a Casadei, che era il più giovane, c'era il capomastro Giuliano Tesei e il muratore più esperto Luigi Gardella. La chiesetta, che contiene circa 25-30 persone, fu costruita in tre mesi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mentre passeggia nota un'auto nel fiume: a bordo non c'era nessuno

  • Morte di Maradona, la Pausini: "In Italia fa notizia l'addio a un uomo poco apprezzabile"

  • Schianto contro un albero: perde la vita un giovane di 22 anni

  • Trova un pezzo di dito nell'involtino primavera: partono le indagini

  • Vivere in montagna, l'opportunità diventa realtà per 341 giovani coppie e famiglie

  • Troppe persone nel negozio di alimentari: chiuso per 5 giorni

Torna su
RavennaToday è in caricamento