rotate-mobile
Sabato, 26 Novembre 2022
Cronaca

Il negozio di dischi che da 25 anni resiste alla 'rivoluzione' della musica online: "Ma quando finiranno certe generazioni non si venderà più"

Ha da poco tagliato il traguardo delle "nozze d'argento" il negozio di dischi 'Rok', aperto e gestito fin dal 1997 da Marcello Pirazzoli, che all'epoca di anni ne aveva 22, in centro a Ravenna

25 anni e non sentirli. Ha da poco tagliato il traguardo delle "nozze d'argento" il negozio di dischi 'Rok', aperto e gestito fin dal 1997 da Marcello Pirazzoli - che all'epoca di anni ne aveva 22 - in centro a Ravenna. Inizialmente in via Baccarini, a due passi dalla biblioteca Classense, poi per 11 anni in via Santi Muratori, dal 2009 fino a marzo il negozio ha occupato la corte interna in via IV novembre, mentre ora ha cambiato sede spostandosi nella piazzetta degli Ariani, vicino a via Diaz e poco distante dalla stazione ferroviaria.

Un negozio che, nonostante la crisi del disco e i cambiamenti delle modalità di ascolto che hanno "rivoluzionato" la musica negli ultimi anni, resiste e continua ad attrarre una clientela ben precisa. "Negli ultimi anni è cambiato tutto nel mondo della musica: i giovani fino ai 18 anni non sanno più cosa sia un cd, non gli interessa più ascoltare la musica come la ascoltavano le generazioni precedenti - dice subito Marcello - Il supporto fisico del disco è stato ormai completamente abbandonato, si ascolta con il computer. Il problema dell'ascoltare online è che così si seguono le direttive delle piattaforme: metti un brano che ti piace e la piattaforma te ne consiglia un altro, non è più come una volta che ci si scambiava consigli tra amici, ora i consigli te li dà la piattaforma e questo produce un'omologazione dei gusti e un isolamento anche sociale. A difesa dei giovani, però, devo dire che proprio qualche giorno fa ho venduto a un ragazzo di Cesena un cd jazz di Charles Mingus, 'The Black Saint and the Sinner Lady', che gli aveva consigliato un amico. Comunque ascoltare musica in questo modo ti porta ad accettare tutto ciò che ti propone il sistema. In più musicalmente non c'è nulla di nuovo, non ci sono nuove idee nella musica che viene prodotta oggi".

Ma chi sono i clienti di Rok quindi? "Il cliente medio ha un'età abbastanza alta, dai 50 anni in su - dice il negoziante - Ho una nicchia di clienti appassionati di musica, sono loro che acquistano ancora dischi. Pensa che ho un cliente di 90 anni che ancora viene in negozio, ascolta soprattutto musica etnica e messicana. Molti clienti vengono da fuori Ravenna, qualche giorno fa ho venduto 13 cd di musica jazz d'avanguardia ed elettronica a una coppia di 70enni di Brighton. I generi più richiesti sono musica classica e contemporanea, jazz, elettronica ed etnica, ma su richiesta ovviamente vendo anche cose più commerciali: ho un cliente, ad esempio, che compra tutte le nuove uscite di Cesare Cremonini e dei Pooh. Se non ci fossero anche queste persone non sopravviverei solo con la nicchia di appassionati".

I clienti di Marcello si fidano molto dei suoi consigli: "Ho una newsletter e un sito in cui do consigli di ascolto e molti ordinano online i dischi che propongo. Quando si instaura un rapporto si crea molta fiducia, anche se ho notato che chi ascolta la musica classica si fida meno, perchè ha già riferimenti abbastanza specifici. Ultimamente, ad esempio, ho venduto a un signore originario di Salerno un disco raro e molto bello, 'Dell'universo assente' del compositore napoletano degli anni '70 Luciano Cilio. Comunque il vero appassionato di musica acquista i cd, non i vinili, perchè quella del vinile è una moda: certo, chi li comprava già prima e i collezionisti continuano a farlo. Ma chi vuole ascoltare ancora su cd trova il modo di farlo, chiedendo ad esempio quando acquista un'auto nuova che venga installato il lettore cd. Il problema, però, è che non c'è ricambio generazionale, quindi quando finiranno le generazioni fino agli anni '70 cosa succederà? Probabilmente non si venderà più".

Nonostante questo, il negoziante non ha dubbi: "Se tornassi indietro riaprirei il Rok? Certo, è la mia vita. E' il motivo per cui sono ancora aperto nonostante le difficoltà".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il negozio di dischi che da 25 anni resiste alla 'rivoluzione' della musica online: "Ma quando finiranno certe generazioni non si venderà più"

RavennaToday è in caricamento