Nel 2021 la Mille Miglia non passerà da Ravenna e Cervia

L'edizione 2021 presenterà una novità assoluta: per la prima volta, il senso di marcia della gara sarà invertito rispetto alle recenti edizioni

La Mille Miglia nel 2021 non passerà da Ravenna e Cervia. Sono state aperte giovedì mattina le iscrizioni alla 39esima rievocazione della Mille Miglia, che prenderà il via da Brescia mercoledì 12 maggio per farvi ritorno, dopo il giro di boa a Roma, sabato 15 maggio. Rispettando la tradizione del tracciato da Brescia a Roma e ritorno - con arrivi di tappa a Viareggio e Bologna - l’edizione 2021 presenterà una novità assoluta: per la prima volta, il senso di marcia della gara sarà invertito rispetto alle recenti edizioni, riprendendo il senso antiorario di molte edizioni della corsa originale di velocità. Da Brescia, gli equipaggi faranno rotta verso la costa Tirrenica per sostare a Viareggio, ripartendo il giorno successivo alla volta di Roma.

"Può apparire superfluo in tempi di Covid e di pandemia preoccuparsi del passaggio della Mille Miglia - afferma Giannantonio Mingozzi di Tcr - ma visto che ognuno di noi spera di ritornare a tempi migliori e condizioni di normalità, non è di alcun conforto scoprire che il percorso 2021 appena presentato taglia fuori tutta la sponda Adriatica, da Ferrara a Ravenna, da Cervia a Rimini e San Marino. Non c'è il tradizionale passaggio di Ferrara e attraverso la Romagna, e compaiono invece città che non appartengono alla storia della gara. Spero che questa scelta valga solo per il 2021 e poi si torni al percorso precedente; alcuni anni fa Ferrara e Ravenna furono escluse, allora insieme organizzammo la Ravenna-Ferrara e ritorno, percorso Mille Miglia con auto d'epoca, che servì proprio a riportarci il passaggio della corsa l'anno successivo. Mi auguro ciò avvenga anche stavolta - conclude Mingozzi, che sulla corsa ha scritto il libro "Quella Mille Miglia" e ha partecipato a quattro edizioni recenti con a fianco tra gli altri Gianfranco Liverani, Giuliano Gamberini, Pietro Morini - Ne ho parlato con il vicesindaco Fusignani e spero che tra Ravenna e Cervia si concordi una linea d'azione comune, mentre con Ferrara la collaborazione è già rodata e non mancherà di farsi sentire".

"Sono dispiaciuto nell’apprendere che gli organizzatori abbiano deciso un percorso che di fatto taglia fuori la Romagna e quindi anche Ravenna - aggiunge il vicesindaco Fusignani - Con l’impegno diretto del sindaco ci siamo sempre prodigati per garantire il passaggio di questa carovana di vera e propria storia dell’automobile nella nostra città, impegnando risorse per valorizzare al contempo la corsa e Ravenna. Per questo oggi prendiamo atto con dispiacere di questa scelta organizzativa che rispettiamo anche se ci sarebbe piaciuto molto che, in un anno particolare come questo segnato dalla pandemia, anche la più grande rievocazione storica di automobilismo avesse contribuito con il suo passaggio a portare un segnale di ottimistico ritorno ad una normalità nella nostra città, che è quello che aspettano i cittadini e le imprese così duramente colpite dalle restrizioni conseguenti la pandemia in atto. In ogni caso i cittadini e i tanti appassionati di auto storiche sappiano che, insieme al sindaco, lavoreremo da subito per fare in modo che già dalla 40esima edizione sia possibile riportare la manifestazione al percorso abituale, reinserendo le strade romagnole e il passaggio nel cuore della città di Ravenna".

"Ci rattrista apprendere che gli organizzatori della Mille Miglia abbiano deciso per il prossimo anno un nuovo tragitto, che taglia fuori completamente la Romagna - commenta il sindaco di Cervia Massimo Medri - La più importante manifestazione di automobilismo storico, che ha presentato l’edizione 2021, ha così motivato le proprie scelte: "La Freccia Rossa questa volta toccherà tutti e tre i passi che furono attraversati nelle diverse edizioni della 1000 Miglia di velocità: il passo della Cisa, della Futa e quello della Raticosa. Inoltre per la prima volta in assoluto nella storia della 1000 Miglia rievocativa, il senso di marcia del percorso sarà invertito". Una edizione che ha voluto stravolgere il normale percorso della corsa, ma che ha inevitabilmente escluso il passaggio da Cervia. Questo per ribadire come non sia stata una scelta nostra, che al contrario come gli anni precedenti avevamo già preventivato e messo in calendario la corsa. È stata una variazione "all’ultimo miglio" voluta dagli stessi organizzatori della Mille Miglia; che però ci ha molto rammaricato. Allo stesso tempo vogliamo comunque ribadire che questa amministrazione è già in contatto con la storica corsa per l’edizione 2022, perciò rassicuriamo i tanti appassionati che sarà solo un arrivederci".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mentre passeggia nota un'auto nel fiume: a bordo non c'era nessuno

  • Morte di Maradona, la Pausini: "In Italia fa notizia l'addio a un uomo poco apprezzabile"

  • Schianto contro un albero: perde la vita un giovane di 22 anni

  • Trova un pezzo di dito nell'involtino primavera: partono le indagini

  • Vivere in montagna, l'opportunità diventa realtà per 341 giovani coppie e famiglie

  • Troppe persone nel negozio di alimentari: chiuso per 5 giorni

Torna su
RavennaToday è in caricamento