Mercoledì, 19 Maggio 2021
Cronaca

Nell'impianto di stoccaggio gas di San Potito si monitorano le emissioni di metano

La campagna di rilevamento ha lo scopo di preparare una mappa delle emissioni naturali di metano e anidride carbonica su una superficie di circa 40 chilometri quadrati

Dal 22 ottobre al 14 novembre dei tecnici di Edison Stoccaggio incaricati effettueranno una campagna di misure delle emissioni naturali di gas dal suolo nel territorio dei comuni di Lugo, Sant’Agata sul Santerno, Fusignano, Bagnacavallo e Cotignola. La campagna di rilevamento ha lo scopo di preparare una mappa delle emissioni naturali di metano e anidride carbonica su una superficie di circa 40 chilometri quadrati in corrispondenza del campo di stoccaggio di San Potito. Non si tratta di gas di combustione, ma di sostanze anche naturalmente presenti nel sottosuolo, che vengono liberate in atmosfera, e il cui monitoraggio è programmato dal piano di controllo previsto dalla Regione.

I tecnici autorizzati saranno equipaggiati con attrezzatura portatile e raggiungeranno a piedi i punti di controllo prestabiliti, su ciascuno dei quali sosteranno per qualche minuto per eseguire la misura. La mappatura delle emissioni naturali dal suolo è propedeutica alla realizzazione di una stazione di monitoraggio geochimico-ambientale che consentirà un controllo in continuo dei valori di concentrazione di metano in atmosfera, dei valori di concentrazione di gas disciolto nelle acque sotterranee e la misura del rateo di emissione di gas naturale all’interfaccia suolo atmosfera. L’iniziativa di un monitoraggio ambientale permanente rappresenta un ulteriore elemento di tranquillità e sicurezza per il territorio. L'attività fa parte di una serie di azioni di monitoraggio richiesto dalla Regione Emilia-Romagna in accordo con i Comuni interessati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nell'impianto di stoccaggio gas di San Potito si monitorano le emissioni di metano

RavennaToday è in caricamento