rotate-mobile
Cronaca

Nella nazionale di "Miss Mamma" tripletta di una ravennate

La Nazionale di Calcio di “Miss Mamma Italiana” allenata da Christian Sagredin e per l’occasione in panchina il D.T. Francesco Pantaleo, composta dalle mamme vincitrici di fascia del concorso, dalla sua prima edizione ad oggi

La Nazionale di Calcio di “Miss Mamma Italiana” allenata da Christian Sagredin e per l’occasione in panchina il D.T. Francesco Pantaleo, composta dalle mamme vincitrici di fascia del concorso, dalla sua prima edizione ad oggi (il team, è nato con l’intenzione di sostenere iniziative a scopo benefico in tutta Italia, con la dolcezza ed il sorriso delle mamme italiane), ha vinto con il risultato finale di 8 a 4 la “Partita del Sorriso” contro la rappresentativa “Bitonto nel Cuore” sul rettangolo verde del campo di calcio di Via Togliatti di Bitonto.

Al di là del risultato finale, attraverso lo sport, era fondamentale portare il messaggio di conoscenza e prevenzione di una malattia “fantasma”, l’endometriosi, una malattia complessa e spesso sottovalutata, l'endometriosi appunto (malattia cronica e spesso progressiva), che in Italia colpisce 3 milioni di donne fin dall'adolescenza (ma questo dato è in realtà una sottostima dei casi reali e purtroppo i tempi medi di diagnosi dalla prima comparsa dei sintomi, che solitamente avviene in età adolescenziale, è in media di 7/8 anni) e che, per questo motivo, deve essere ben conosciuta per permettere un'attivazione spontanea in caso di sintomi sospetti.

Si parla di endometriosi quando l'endometrio, il tessuto normalmente presente all'interno dell'utero si trova in altre sedi (ovaie, tube, peritoneo, vescica, uretre, intestino, vagina), formando "noduli", "tumori", "lesioni", "impianti" che possono causare dolore, sanguinamenti interni, infiammazioni croniche ed altri sintomi associati. La malattia è una delle più diffuse cause di infertilità (il 30% delle donne che soffre di questa malattia non riesce a concepire) e ha pesanti risvolti sulla vita familiare, sociale e lavorativa di chi ne soffre. Le cause possono essere legate ad alcuni fattori ambientali ed inquinanti e possono essere di origine genetica.

Agguerritissime le mamme scese in campo, la “parte del leone” è stata quella del Capitano (presente a tutti gli incontri tenuti fino ad ora) la ravennate Maria Cristina Pezzi, che ha realizzato una tripletta e del portiere, Arianna Poli di Casola Valsenio (RA), che ha ben difeso la porta della Nazionale di “Miss Mamma Italiana”, un goal anche da parte della napoletana Monica Pignataro “Miss Mamma Italiana 2013”, al suo debutto con la Nazionale di calcio di “Miss Mamma Italiana”, sono andate in porta anche le baresi Loredana Zaccaro di Valenzano “Pre Finalista Miss Mamma Italiana 2015”; Domenica Gargano di Bari “Pre Finalista Miss Mamma Italiana 2015”; Grazia Fiorentino di Palese “Pre Finalista Miss Mamma Italiana 2014” e Caterina Piancone di Bari “Pre Finalista Miss Mamma Italiana Gold 2015”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nella nazionale di "Miss Mamma" tripletta di una ravennate

RavennaToday è in caricamento