Fiocchi di neve a Cervia: il freddo non molla e gela le coltivazioni

Piccoli fiocchi si sono materializzati poco prima della mezzanotte nel cervese. Il tutto è durato una manciata di minuti

Foto Centro Meteo Emilia-Romagna

Fiocchi di neve svolazzanti nella notte sulla costa cervese e cesenaticense, poi anche in parte della pianura forlivese. L'aria fredda continentale, giunta direttamente dalla Russia, ha riportato l'inverno agli esordi della primavera astronomica. In particolare lunedì sera il flusso freddo scorrendo sulla superficie del mare Adriatico ha formato degli ammassi nuvolosi che hanno dato luogo a precipitazioni sparse nevose anche sul litorale. Piccoli fiocchi si sono materializzati poco prima della mezzanotte nel cervese. Il tutto è durato una manciata di minuti.

Dalla mezzanotte di martedì 24 marzo alla mezzanotte di mercoledì 25 sarà attiva nel territorio del comune di Ravenna l'allerta meteo numero 19, per stato del mare, vento e criticità costiera, emessa dall’Agenzia regionale di protezione civile e da Arpae Emilia-Romagna. L’allerta è gialla. Le temperature, come già annunciato nei giorni scorsi, hanno subito una decisa flessione, specie in quota. Nella nottata tra lunedì e martedì tra le temperature più basse registrate in pianura si segnalano -4°C di Voltana. E il freddo non mollerà la presa almeno fino a venerdì. Il vortice in quota, presente martedì sull'area balcanica, si sposterà lentamente verso le nostre regioni centrali, per poi estendere la sua influenza anche al nord.

"Non si esclude qualche rovescio sparso, soprattutto sulla Romagna più meridionale, che potrebbe assumere carattere nevoso anche in pianura e sulla costa - spiega Pierluigi Randi, tecnico meteorologo di Emilia Romagna Meteo e Meteocenter e vicepresidente dell'associazione Ampro -. Saranno fenomeni brevi e di limitata estensione".

L'aria fredda scaverà un minimo depressionario sul bacino del Mediterrano, responsabile di una fase d'instabilità che investirà anche la Romagna. Giovedì, annuncia Randi, "sono attese precipitazioni nevose su tutta la parte pedecollinare, con imbiancate dai 300 metri in su". La quota neve tenderà poi ad innalzarsi dal pomeriggio. La presenza di un minimo depressionario sul bacino del Mediterraneo, in lento e progressivo colmamento, apporterà condizioni di instabilità sulla regione, con precipitazioni anche nella giornata di venerdì. Un miglioramento è previsto nel weekend.

E' stata una nottata difficile anche per l'agricoltura, con gelate intense e diffuse nelle aree aperte di campagna. Per cercare di salvare le coltivazioni, alcuni agricoltori hanno acceso dei piccolì falò e i sistemi antibrina, con ventole in movimento, per scongiurare le gelate sulle coltivazioni in fiore.

Foto: Condifesa Ravenna
agricoltura-gelo-freddo-maltempo-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mentre passeggia nota un'auto nel fiume: a bordo non c'era nessuno

  • Morte di Maradona, la Pausini: "In Italia fa notizia l'addio a un uomo poco apprezzabile"

  • Schianto frontale: Panda proiettata nel fosso dopo l'urto, 65enne soccorso con l'elicottero del 118

  • Trova un pezzo di dito nell'involtino primavera: partono le indagini

  • Lo sfogo di una parrucchiera: "Salone anti-covid, ma le miei clienti non possono più venire"

  • Troppe persone nel negozio di alimentari: chiuso per 5 giorni

Torna su
RavennaToday è in caricamento