Neve in vista: scende in campo una "task force" di uomini e mezzi

Il piano si avvale di mezzi e uomini sia comunali che privati: circa 160 le unità di personale coinvolte, per un periodo di reperibilità che va fino al 30 marzo 2019

L'arrivo della stagione invernale, con nevicate previste già nei prossimi giorni, non trova impreparata l’Unione della Romagna faentina che ha già predisposto il Piano neve, mettendo in campo una vera e propria task force di uomini e mezzi per far fronte a eventuali precipitazioni nevose.

Il piano si avvale di mezzi e uomini sia comunali che privati: circa 160 le unità di personale coinvolte, per un periodo di reperibilità che va fino al 30 marzo 2019. E’ inoltre previsto l’utilizzo di circa 120 mezzi spalaneve, fra trattori grandi e piccoli, turbine e mezzi spargisale, pronti a intervenire sugli oltre 1000 chilometri della rete stradale del territorio dell’Unione della Romagna faentina. Il servizio è stato affidato, all’interno del contratto di manutenzione strade, al Raggruppamento temporaneo di imprese Global 6.0, costituito dalle ditte Cbr Rimini, Fabbri costruzioni Brisighella, Zini Elio di Imola e Cims Castelguelfo. In caso di precipitazioni di una certa consistenza viene immediatamente attivata una prima fase di emergenza, che interessa la viabilità principale di collegamento, poi a seguire sono previsti interventi sui tratti stradali minori. L’obiettivo è quello di assicurare la percorribilità e la sicurezza della rete viaria, cercando anche di coniugare l’aspetto economico, che in questi casi risulta particolarmente oneroso: basti pensare che il costo medio di una giornata di neve è stimato in circa 150mila euro.

A questo proposito dai Comuni dell’Unione della Romagna faentina arriva anche un invito tutti i cittadini a collaborare, attraverso alcune piccole azioni e comportamenti da tenere in presenza di nevicate e in grado di ridurre al minimo rischi e disagi. In particolare: uscire di casa con scarpe adatte, utilizzare il meno possibile gli automezzi privati e, nel caso, dotarli di catene, gomme termiche o antineve, non parcheggiare le auto in modo da creare intralcio ai mezzi spazzaneve, provvedere alla pulizia dei marciapiedi antistanti la propria abitazione. Eventuali segnalazioni di situazioni pericolose possono essere effettuate alla Polizia municipale (tel. 0546691400). Presso i singoli Comuni saranno inoltre attivi alcuni numeri telefonici ai quali i cittadini possono rivolgersi per emergenze e segnalazioni. Per Faenza il numero a cui rivolgersi è: 0546691335. Infine, per informazioni sull’apertura o chiusura degli asili nido e delle scuole di ogni ordine e grado a Faenza sarà istituito, come già gli scorsi anni, un numero telefonico con risponditore automatico – 0546691007 – attivo tutti i giorni, 24 ore su 24. Informazioni saranno inoltre pubblicate sul sito internet dell’Unione e dei singoli Comuni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mentre passeggia nota un'auto nel fiume: a bordo non c'era nessuno

  • Morte di Maradona, la Pausini: "In Italia fa notizia l'addio a un uomo poco apprezzabile"

  • Schianto frontale: Panda proiettata nel fosso dopo l'urto, 65enne soccorso con l'elicottero del 118

  • Trova un pezzo di dito nell'involtino primavera: partono le indagini

  • Lo sfogo di una parrucchiera: "Salone anti-covid, ma le miei clienti non possono più venire"

  • Troppe persone nel negozio di alimentari: chiuso per 5 giorni

Torna su
RavennaToday è in caricamento