rotate-mobile
Sabato, 13 Aprile 2024
Cronaca

Niccolò esce da MasterChef a un passo dalla finale, ma col sorriso: "Continuerò a cucinare, non voglio morire di fame"

Il giovane ravennate, che oggi lavora come medico alla Rosa dei Venti e al nuovo Cau di Ravenna, è stato l'ultimo concorrente a essere eliminato prima della puntata finale

È finita a un passo dalla finale l'avventura del 26enne Niccolò Califano a MasterChef. Il giovane ravennate, che oggi lavora come medico alla Rosa dei Venti e al Cau di Ravenna, è stato l'ultimo concorrente a essere eliminato prima della puntata finale della 13esima edizione del programma.

L'episodio di giovedì era partito molto bene, tanto che Niccolò durante la Mistery Box musicale, sulle note jazz di Chet Baker, è riuscito a cucinare il piatto migliore della prova: una pappa al pomodoro con cozze e liquore alla vaniglia, 'Pane amore e fantasia', mostrando anche la sua fragilità sul lato sentimentale e sfruttandola mettendo tutto il suo romanticismo all'interno del piatto e, come ha detto lui stesso, "cavalcando le emozioni".

niccolo-califano-11

Durante l'Invention Test dedicato agli ingredienti multietnici - con la presenza in Masterclass dello chef 31enne Mory Sacko, una stella Michelin al ristorante parigino “MoSuke” - Niccolò ha avuto la possibilità di assegnare ai suoi compagni gli ingredienti da utilizzare, tenendo per sé il fico d'india e facendo un buon piatto. Bene anche la sfida in Esterna al ristorante tre stelle Michelin 'Uliassi' dello chef Mauro Uliassi a Senigallia, il primo vero traguardo della stagione, dove Niccolò si è cimentato in un antipasto a base di seppia con un buon risultato, seppur con un po' di fatica in cucina.

niccolo-califano-11

Ma la vera sfida è arrivata con il Pressure Test: qui il concorrente ravennate ha dovuto cucinare un piatto a base di lithops. Niccolò ha proposto 'Semplicità del cactus', delle sarde panate con radicchio, estratto di lithops, mela verde e succo di pompelmo. Non essendo riuscito a far emergere il sapore della pianta grassa e avendo commesso degli errori, però, ha ricevuto molte critiche, tanto che alla fine il suo piatto è stato considerato il peggiore della prova e Niccolò ha dovuto eliminare la classe.

"Sono uscito per un cactus, mannaggia - ha scherzato lui salutando la classe e i giudici - Che siano pazienti o clienti, ricette saranno!". Nonostante la delusione, Niccolò non ha mai perso il suo black humor e, salutando i 4 compagni rimasti, ha detto "Sappiate che ho preso il meglio da tutti voi, lo farò mio e diventerò una persona migliore di tutti voi!". "Sono comunque arrivato quinto, sarei un ipocrita a dire che non sono contento - ha detto ancora - Anche se non dominerò il mondo... Per ora! In ogni caso continuerò sicuramente a cucinare, perché non voglio morire di fame". E alla classica domanda sul pronostico del vincitore, Niccolò ha risposto con una celebre citazione di 'Via col vento': "Francamente me ne infischio".

niccolo-califano-11

"Bravissimo Niccolò - commenta sui social il sindaco Michele de Pascale - Hai dato il meglio di te in ogni piatto dimostrando la tua passione e facendoci divertire e viaggiare con la tua cucina in questo tuo percorso a Masterchef Italia 13. Continua a far sorridere le persone con i tuoi piatti!".

La foto postata dal sindaco
niccolo-califano-9

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Niccolò esce da MasterChef a un passo dalla finale, ma col sorriso: "Continuerò a cucinare, non voglio morire di fame"

RavennaToday è in caricamento