rotate-mobile
Sabato, 13 Agosto 2022
Cronaca Faenza

Non paga i fornitori, ricercata in Moldavia: si trovava a Faenza

Una 61enne, colpita da un mandato di cattura internazionale, è stata arrestata martedì sera dagli agenti del Commissariato di Polizia di Faenza

Aveva nel 2015 acquistato beni per 25mila e, dopo averli rivenduti, non ha pagato i fornitori della merce. Il reato di truffa in Moldavia è punito con una pena massima di 15 anni di reclusione. Una 61enne, colpita da un mandato di cattura internazionale, è stata arrestata martedì sera dagli agenti del Commissariato di Polizia di Faenza. La donna è stata localizzata dall’Interpol nel faentino; per cui gli agenti di polizia del Commissariato hanno avviato una attività investigativa venendo a conoscenza che la stessa era stata residente a Faenza ed irreperibile dal 2016. Ulteriori indagini effettuate tra le conoscenze della straniera hanno permesso il suo rintraccio in un appartamento nella prima periferia di Faenza. Accompagnata in Commissariato e dopo le opportune verifiche sulla sua identità è stata dichiarata arrestata ed associata nel carcere di Forlì a disposizione della Corte d’Appello di Bologna. L'autorità giudiziaria è chiamata a convalidare lo stato di custodia per poi trasferire gli atti al Ministero degli Affari Esteri competente a trattenere i rapporti con  lo stato estero a cui sarà consegnata la donna dopo aver ricevuto richiesta motivata di estradizione. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non paga i fornitori, ricercata in Moldavia: si trovava a Faenza

RavennaToday è in caricamento