menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Si rifiuta di indossare la mascherina sul bus e continua a tossire: denunciata

Inoltre, a causa del comportamento della 38enne, la corsa del bus ha subìto un'interruzione di trenta minuti

La Polizia di Stato ha indagato in stato di libertà una 38enne albanese per il reato di interruzione di un ufficio o servizio pubblico o di un servizio di pubblica necessità. Verso le sette del mattino di qualche giorno fa una Volante dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura di Ravenna è intervenuta in viale Puccini a Lido Adriano, su richiesta di un conducente di autobus dell’azienda di trasporti Start Romagna, il quale aveva segnalato delle difficoltà nella gestione di un utente.

L’uomo ha dichiarato ai poliziotti che poco prima, mentre stava effettuando una fermata, era salita sull’autobus una donna che, indossando la mascherina calata sotto il mento, tossiva ripetutamente. Nonostante i continui richiami dell’autista e dei passeggeri del bus, la donna avrebbe continuato a indossare la mascherina in modo inadeguato, provocando un forte stato di apprensione nei presenti a causa del suo continuo tossire.

La donna è stata identificata per la 38enne albanese, già nota alle forze dell'ordine per reati inerenti lo spaccio di droghe e per associazione a delinquere per traffico di stupefacenti. Inoltre, a causa del comportamento della 38enne, la corsa del bus ha subìto un'interruzione di trenta minuti. Pertanto, la donna è stata denunciata all’Autorità Giudiziaria per il reato di interruzione di un ufficio o servizio pubblico o di un servizio di pubblica necessità.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Ravenna usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento