Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca Bagnacavallo

Nubifragio del 21 settembre in Bassa Romagna: riconosciuto lo stato di crisi

Lo stato di crisi consente alle assicurazioni di poter pagare i danni da allagamento

È stato riconosciuto lo stato di crisi ai comuni di Alfonsine, Bagnacavallo, Fusignano e Lugo per i danni causati dalle pesanti piogge del 21 settembre scorso, che hanno avuto epicentro proprio nella zona di Fusignano e frazioni. Il provvedimento arriva con il decreto numero 197 della giunta regionale dell’Emilia-Romagna, emesso il 12 ottobre; in provincia è stato riconosciuto lo stato di crisi anche ai Comuni di Cervia, Faenza e Ravenna. Lo stato di crisi consente alle assicurazioni di poter pagare i danni da allagamento.

“È un passo importante - sottolinea l’assessore alla Protezione civile, Paola Gazzolo - per dare risposta alla popolazione e alle amministrazioni municipali. Lo stato di crisi ci permette di autorizzare in tempi rapidi misure a sostegno dei Comuni che hanno subito danni consistenti a strade, edifici pubblici e servizi essenziali. Al tempo stesso consente ai privati in possesso di polizze assicurative di avvalorare le richiese di rimborso dei danni. L’Agenzia regionale di Protezione civile ha già ricevuto le segnalazioni effettuate dai territori ed è pronta a mettere in campo, dove necessario, le opere di somma urgenza per i ripristini”.

Si è trattato di eventi improvvisi e violenti, fronteggiati con tempestivi interventi del sistema regionale e locale di Protezione civile, in particolare dei Vigili del fuoco, dei Comuni, dei Consorzi di bonifica, dei volontari e degli ambiti provinciali dell’Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e protezione civile.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nubifragio del 21 settembre in Bassa Romagna: riconosciuto lo stato di crisi

RavennaToday è in caricamento