menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nudisti, tutti li vogliono. "Portano grandi entrate al turismo"

Paola Fantinelli, presidente della Pro Loco di Lido Adriano, commenta: "Credo che questo turismo portasse a Lido di Dante un'economia fiorente, peccato che siano andati a togliersi un'entrata"

Spiaggia per nudisti cercasi. Le proposte iniziano ad arrivare e quella definitiva, fatta da Lista per Ravenna, vedrebbe una zona adeguata, a Lido Adriano, 250 metri di spiaggia, subito al di là della foce dei Fiumi uniti. Contemporaneamente Confesercenti, insieme ad alcune realtà associative e private ha presentato una proposta concreta per ottenere l’autorizzazione temporanea di un’area demaniale a Lido di Dante. Paola Fantinelli, presidente della Pro Loco di Lido Adriano, commenta: “Credo che questo turismo portasse a Lido di Dante un'economia fiorente, peccato che siano andati a togliersi un'entrata”.

Confesercenti specifica che la loro “è una proposta aperta e perfettibile e peraltro ponte e transitoria per gli anni a venire, proprio per  aprire una pagina nuova e costruttiva e che coinvolga tutti i soggetti e le realtà interessate a valorizzare questa forma di turismo nel lido e per il Lido di Dante e che non vuole certo ingabbiare nessuno. Anzi puntiamo proprio nelle condizioni date ad aprire una strada finora preclusa e delineare una prospettiva più solida e duratura. Proprio ieri pomeriggio (martedì ndr) è già pervenuto sull’istanza presentata il nulla osta del Corpo Forestale dello Stato (Ufficio Territoriale per la biodiversità di Punta Marina) con alcune annotazioni importanti. Ora si attende il pronunciamento del Comune”.

“Anche anno scorso giravano voci su una spiaggia per naturisti a Lido Adriano – conferma Fantinelli, sentita da Ravennatoday – come operatrice turistica da 35 anni credo, che, come tutte, questa sia una forma di turismo che, se tutelata, debba avere un suo spazio. Ricordo che nel 2006, ero alla CBR, la storica fiera turistica di Monaco di Baviera, e sono rimasta impressionata da quanti stand ci fossero dedicati al turismo naturista. Qualsiasi forma di turismo porta beneficio”. Insomma ben vengano anche i nudisti.

L'osservazione che fa Fantinelli è sulla sicurezza, che “non sono stati in grado di gestire a Lido di Dante, dove era molto più semplice, rispetto all'area individuata per Lido Adriano. Va tutelata innanzitutto la sicurezza di queste persone e serve un regolamento, che di fatto, non c'è mai stato”.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il gioco da tavolo dell'Inferno di Dante approda a Ravenna

Salute

Cos'è e come si misura l'Indice di Massa Corporea?

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento