rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Cronaca Centro

Parte la raccolta differenziata in centro storico: 2 zone e 12mila cittadini coinvolti

Il centro storico si divide in due zone (rosa e azzurra), con diversi sistemi per la raccolta dei rifiuti. In arrivo cassonetti smart e mezzi itineranti

Oltre ottomila utenze, relative a circa 12mila ravennati, saranno coinvolti nell'ultima fase di trasformazione del sistema di raccolta rifiuti del centro storico. Dopo essere approdata nel forese nei lidi e in diversi quartieri della città, ora la nuova raccolta differenziata giunge dunque in centro storico per centrare grandi obiettivi sotto il profilo della riduzione dei rifiuti senza però arrecare disagi a residenti, attività e frequentatori del centro. Per farlo, il Comune ed Hera mettono a punto un sistema che divide il centro in due zone (rosa e azzurra) e propone anche provvedimenti sperimentali nel tentativo di ridurre al minimo i problemi. L'obiettivo è elevare ulteriormente i risultati che, a febbraio 2023, vedono a Ravenna il 76% dei rifiuti differenziati.

Dal 29 maggio anche il centro storico sarà interessato dal nuovo sistema di raccolta dei rifiuti, introdotto gradualmente in tutto il territorio comunale a partire dal 2019 secondo un percorso molto articolato, che ha tenuto conto delle diverse peculiarità di un territorio così particolare come quello del nostro comune. L’iter è stato condiviso tra l’Amministrazione comunale e il soggetto gestore della raccolta (il raggruppamento temporaneo di imprese composto da Hera, Ciclat e Formula Ambiente) con l’intera comunità ravennate, a partire da un obiettivo imprescindibile: quello di aumentare sensibilmente la percentuale di raccolta differenziata, a tutela dell’ambiente e per rispettare gli obblighi normativi in materia.

Con il centro storico, tutto il territorio comunale sarà coperto dal nuovo sistema di raccolta, che coinvolge complessivamente 105.000 utenze, di cui quasi 30.000 domestiche non residenti e oltre 8.000 attività, per un numero di abitanti equivalenti (tenuto conto del turismo, delle seconde case e delle attività economiche) di oltre 280.000 unità. Il nuovo servizio di raccolta nel centro storico nasce da un’attenta analisi del territorio e dalle esigenze delle attività, a seguito di un percorso di condivisione con l’Amministrazione comunale e le associazioni di categoria.

Come funzionerà la raccolta differenziata dei rifiuti in centro

Il centro storico è stato suddiviso in due zone, caratterizzate da un sistema di raccolta differente:

  • per le quasi 4.400 utenze della zona azzurra più esterna (compresa fra la stazione a est, via Don Giovanni Minzoni a nord, via D’Azeglio a ovest e la Circonvallazione al Molino a sud) la raccolta dei rifiuti sarà mista per le famiglie (che prevede la raccolta a domicilio di indifferenziato e organico in giorni e orari prestabiliti e stradale per tutti gli altri rifiuti) e integrale (per tutti i tipi di materiali: organico, carta/cartone, plastica, vetro e indifferenziato) per le attività;
  • le quasi 3.700 utenze della zona rosa, vero e proprio cuore del centro storico, saranno servite dalla Raccolta Smeraldo, così chiamata perché l’indifferenziato viene conferito in un cassonetto intelligente (Smarty) dotato di cassetto con limitatore volumetrico e apribile con la Carta Smeraldo, la tessera Hera per i servizi ambientali. Per tutti gli altri tipi di rifiuti (carta, plastica, vetro, vegetale - ove previsto - e organico) il servizio di raccolta differenziata viene effettuato con nuovi cassonetti e bidoni stradali con feritoia (o oblò) a seconda del tipo di rifiuto.

Per le attività di entrambe le zone sono previsti servizi aggiuntivi di raccolta domiciliare di cartone e cassette di plastica, polistirolo e legno (con modalità differenti in base alla zona); per quelle della zona rosa che ne faranno richiesta saranno previsti servizi di raccolta domiciliare aggiuntivi di organico, indifferenziato e/o vetro (con bidoni carrellati) da richiedere in fase di censimento, cioè durante il passaggio dei tecnici Hera, durante la distribuzione del kit di raccolta o successivamente all’avvio del servizio.

Anche qui, come in tutto il resto del territorio comunale, ci sarà una modifica nella raccolta delle lattine che andranno conferite assieme alla plastica, mentre il vetro andrà raccolto separatamente. A partire da metà aprile personale incaricato da Hera (identificabile da apposito tesserino di riconoscimento), consegnerà alle singole famiglie il kit standard per la raccolta differenziata, composto dal calendario, che riporta le giornate di raccolta e le informazioni/regole sul servizio, dai contenitori (il cui numero e grandezza sono già calcolati in base ai componenti del nucleo familiare dichiarati all'interno del contratto Tari) oppure dalla Tessera Smeraldo per i residenti nella zona rosa.

Raccolta rifiuti in centro - Zona Rosa e Zona Azzurra

Zona Rosa: le novità

Tante novità per il cuore del centro storico. Arriveranno nei prossimi mesi i nuovi cassonetti per la raccolta rifiuti. "L'iter autorizzativo è in corso", fanno sapere da Hera e l'installazione dei nuovi cassonetti dovrebbe essere completata entro giugno. I nuovi contenitori andranno a sostituire gli attuali cassonetti e saranno contraddistinti da aperture a feritoia o a oblò per ridurre il volumi dei rifiuti. Per l’indifferenziato arriva invece un cassonetto intelligente (Smarty) apribile con la Carta Smeraldo, un badge che sarà associato a ogni utente. Non ha limitazioni ma è associato a un contatore che poi sarà legato alla futura tariffa puntuale.

Per le attività commerciali e locali ci saranno servizi di raccolta integrativi. A giorni alterni ci sarà un servizio combinato per la raccolta di cartone. Ci sarà da un lato per le attività la possibilità di esporre il cartone (lunedì, mercoledì e venerdì, 9-10.30) e il passaggio di un mezzo itinerante che staziona in punti prestabiliti del centro (martedì, giovedì e sabato).

Ulteriore novità per le utenze non domestiche che hanno una produzione significativa di cassette (legno, plastica e polistirolo) è la raccolta "al campanello" con le cassette che non vengono esposte, ma ritirate (ore 10-12). Per utenze con elevata produzione puntuale è prevista una raccolta domiciliare integrativa per organico, indifferenziato e vetro.

Per la Zona Rosa è prevista anche l'installazione di schermature in corrispondenza di alcune postazioni stradali, nel rispetto del decoro urbano del centro storico. Un esempio di tali schermature è già visibile in piazza Baracca. Anche le schermature dovrebbero essere installate entro il mese di giugno.

Schermatura dei cassonetti in piazza Baracca-2

Incontri informativi

Per illustrare le nuove modalità sono stati organizzati da Hera incontri informativi in presenza e online. Sono previsti tre incontri in presenza, tutti alle 20.30, il 3 aprile a sala D’Attorre, in via Ponte Marino 2, il 13 aprile alla sala Cavalcoli della Camera di Commercio, in viale Farini 14, e il 17 aprile a palazzo Rasponi dalle Teste, in piazza Kennedy 12. Si suggerisce di recarsi all’assemblea a seconda del luogo di residenza. In caso di superamento del limite di posti, occorrerà recarsi a un incontro in data successiva oppure partecipare all’assemblea online del 5 aprile: dalle 18.30 alle 20 ci si potrà collegare da casa, attraverso il proprio computer, tablet o cellulare, sul sito di Hera dove sono pubblicate le informazioni per accedere ai meeting.

Le altre principali notizie del 31 marzo

Maltrattamenti, il veterinario chiede il giudizio immediato

Un negozio per trasformare gli abiti usati

Scooterista finisce contro il guard rail

Raccolta differenziata, ora Ravenna punta al 79%

Trovato da un vicino morto asfissiato

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parte la raccolta differenziata in centro storico: 2 zone e 12mila cittadini coinvolti

RavennaToday è in caricamento