Rivoluzione rifiuti a Casola Valsenio: porta a porta e "isole ecologiche di base"

“Ci stiamo avvicinando ad un periodo molto importante e delicato - afferma il sindaco Nicola Iseppi - una vera e propria rivoluzione"

Lunedì alle 20,30 nella Sala Biagi Nolasco è in programma la prima assemblea pubblica per illustrare le prossime modifiche al piano di raccolta dei rifiuti. Saranno presenti i responsabili di Hera Ambiente e dell’amministrazione comunale. Insieme per definire un percorso che accompagni i cittadini nel significativo cambiamento dei servizi di raccolta illustrandone le motivazioni, approfondendo le corrette modalità di fruizione dei nuovi servizi e di separazione dei rifiuti e più in generale informando sui servizi ambientali a disposizione.

Raccolta porta a porta e "isole ecologiche di base" sono le parole chiave per la riorganizzazione dei servizi di raccolta dei rifiuti nel Comune di Casola Valsenio che prenderà avvio nei prossimi mesi. L’obiettivo è quello di aumentare la raccolta differenziata e recuperare quantità sempre maggiori di rifiuti riciclabili, riducendo drasticamente i rifiuti indifferenziati.  Per Casola Valsenio l’obiettivo da raggiungere entro il 2020 è il 65% di raccolta differenziata, come previsto dal Piano Regionale di Gestione Rifiuti.

Il territorio comunale sarà suddiviso in due zone per rendere la gestione più efficace ed efficiente. Si passerà dal porta a porta integrale su tutte le frazioni di rifiuto nel centro urbano, ad un sistema di raccolta di prossimità in "isole ecologiche di base" (IEB) per le zone rurali.
Un’importante novità è costituita dalla sostituzione delle campane presenti per la raccolta unica di vetro-plastica-lattine con bidoni per il vetro e cassonetti per la plastica e le lattine;  verranno inoltre introdotte le raccolte di nuove frazioni come rifiuti organici e rifiuti vegetali, gli scarti alimentari (organico) infatti sono il principale rifiuto differenziabile per quantità e peso, pertanto separarlo correttamente è quanto mai importante. La raccolta della carta/cartone proseguirà al momento senza modifiche rispetto alle attuali modalità.

Prevista una capillare campagna informativa per coinvolgere tutte le utenze e un passaggio graduale al nuovo sistema che entrerà pienamente in vigore da gennaio 2020 con l’attivazione della tariffa puntuale: un sistema di tariffazione basato sul quantitativo di rifiuto indifferenziato effettivamente prodotto dal singolo cittadino. Il nuovo piano prevede anche un aumento delle ore di apertura dell’isola ecologica che rimarrà il luogo fondamentale a cui ogni cittadino potrà e dovrà rivolgersi per il conferimento di ogni frazione differenziata. 
Per gestire in modo virtuoso i propri scarti alimentari è sempre a disposizione la compostiera, che consente di trasformare il rifiuto organico in terriccio per migliorare la fertilità del terreno e che si può quindi riutilizzare a Km 0. L’utilizzo della compostiera o di una concimaia dà inoltre diritto a sconti sulla bolletta Tari. La compostiera si può ritirare gratuitamente, con un utile vademecum, presso la stazione ecologica di  Valsenio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Ci stiamo avvicinando ad un periodo molto importante e delicato - afferma il sindaco Nicola Iseppi - una vera e propria rivoluzione riguardo alle abitudini consolidate di tutti, ma un passaggio giusto e doveroso per essere un paese responsabile e sostenibile. Siamo ben consapevoli che l’avvio di questo nuovo sistema richiederà impegno ed attenzione da parte di tutti, ma siamo altrettanto coscienti che sarà necessario un periodo di “rodaggio” per un reciproco scambio di informazioni tra il cittadino, l’amministrazione comunale ed il gestore del servizio per tarare e migliorare il servizio alle esigenze di tutti. Sono certo che le famiglie di Casola Valsenio non avranno difficoltà a percepire questa esigenza economica e ambientale. Questa è una sfida necessaria, che va oltre gli aspetti normativi e che contribuisce a limitare il consumo di risorse naturali, realizzando importanti benefici per l’ambiente e per le generazioni future”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si lancia da un'auto in corsa sull'Adriatica: gravissima una donna

  • Si tuffano in mare, vengono risucchiati dalle onde: tre vengono salvati, uno perde la vita

  • I suoi figli salvano una bimba dall'annegamento: "Mio padre morì in mare, sembra un segno del destino"

  • Alberi caduti, nubifragi e allagamenti: i temporali seminano danni

  • Tragico incidente stradale in Campania, muore una donna ravennate di 36 anni - FOTO

  • Alessandro Borghese gira una puntata di "4 Ristoranti" in riviera

Torna su
RavennaToday è in caricamento