menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nuova vita all'istituto Olivetti-Callegari: ecco come diventerà

Il terzo stralcio dell’intervento ha come obiettivo la razionalizzazione distributiva dell'edificio e il suo contestuale adeguamento normativo

La Provincia di Ravenna ha programmato e avviato (nell’anno 2014) l'attuazione di un intervento inteso a unificare presso la sede di via Umago le attività dell'Istituto Professionale Statale per l'Industria e l'Artigianato “C. Callegari” di Ravenna e dell'annessa Sezione per i Servizi Commerciali e Turistici “A. Olivetti”. Il terzo stralcio dell’intervento ha come obiettivo la razionalizzazione distributiva dell'edificio e il suo contestuale adeguamento normativo, per un importo lavori complessivo di 1.670.000 euro finanziati con le risorse del Fondo di Sviluppo e Coesione 2014–2020. In termini tecnico-funzionali il progetto è stato elaborato individuando gli interventi necessari a stabilire da un lato una puntuale rispondenza alle esigenze scolastiche ed a garantire, la indispensabile coerenza rispetto alle caratteristiche dell’edificio esistente.

La sede dell'I.P.S. “Olivetti Callegari” è di buon livello edilizio – funzionale (costruito nel 1973) e la realizzazione del 3° stralcio consente sia di migliorare la distribuzione interna degli spazi (anche a favore di persone con ridotte o impedite capacità motorie) sia a rendere ottimale la funzionalità didattica della sede scolastica. Uno dei principali obiettivi del presente intervento è il miglioramento dell'abbattimento delle barriere architettoniche dell'edificio, realizzando all'interno della scuola una serie di percorsi accessibili ai disabili (attraverso la realizzazione di un ulteriore ascensore e di un corpo di collegamento tra i vari piani dei corpi sud e est) e potenziando con un altro bagno per ragazzi diversamente abili la zona dove saranno più presenti aule speciali a essi dedicate. Tale obiettivo sarà raggiunto anche grazie alla realizzazione di un nuovo corpo di collegamento fra il corpo sud e corpo est, ai quali risulta fisicamente e funzionalmente connesso a tutti e tre i piani, previa demolizione di un corpo di fabbrica esistente sull’area di insediamento, di forma pressoché rettangolare sviluppato su tre piani fuori terra. Al suo interno sono collocati esclusivamente dei percorsi di collegamento tra i vari nuclei edilizi e ambiti didattici, percorsi che hanno anche la funzione di filtro a prova di fumo in riferimento alla normativa di prevenzione incendi. In adiacenza ad esso, sarà realizzato il nuovo ascensore esterno, con struttura di forma pressoché quadrata, che collegherà tutti e tre i piani fuori terra del corpo Sud, consentendo così l’accessibilità anche a tutti i piani del corpo est, e ne consentirà l’accesso dal cortile interno.

All’interno dei corpi di fabbrica esistenti saranno realizzati una consistente e diversificata serie di interventi quali il completamento della trasformazione dei locali al piano terra del corpo est da dedicare a ulteriori laboratori di informatica e magazzino; la ridistribuzione degli spazi esistenti per fare adeguato posto, al piano terra, ai laboratori tecnologico e di pneumatica, attraverso anche il ridimensionamento dei laboratori di torneria e di motoristica, e la riorganizzazione, al piano secondo, dei laboratori di fisica e di sistemi elettrici all’interno del corpo ovest che rimarrà dedicato, al piano terra ed in parte al piano secondo, ad officine meccaniche e laboratori; la realizzazione di un archivio e un magazzino al piano terra del corpo sud; la realizzazione di nuovi spazi didattici (aule normali, aule speciali e/o di sdoppiamento, ecc.) e un servizio per persone diversamente abili al piano primo del corpo sud; la bonifica e ripristino di elementi ammalorati nonché alla demolizione e successivo rifacimento di porzioni di intonaco esterno non più completamente solidali con il supporto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sotterrata nel giardino della scuola una "capsula del tempo": verrà aperta nel 2070

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento