Nuova vita a Porta Adriana: al suo interno spazi per cultura e locali

Il Comune di Ravenna cerca una "nuova vita" per Porta Adriana, bene storico al momento non fruibile e porta di accesso alla città

Il Comune di Ravenna cerca una "nuova vita" per Porta Adriana, bene storico al momento non fruibile e porta di accesso alla città. Con il parere favorevole della Soprintendenza sono pronti infatti il bando, che sarà pubblicato entro la fine dell'anno, e il relativo progetto architettonico, per la concessione ventennale con fini di valorizzazione turistica e culturale.

Come spiega martedì pomeriggio in consiglio comunale l'assessore allo Sviluppo economico, Massimo Cameliani, la concessione riguarda il negozio e la corte presenta nella porta, "in disuso da 30 anni e a rischio degrado", 300 metri quadri in tutto. La stima dei costi per il restauro è di 807.000 euro, con Palazzo Merlato che contribuirà con 400.000 euro mentre la restante parte è a carico del concessionario. Il 16 giugno scorso la giunta ha approvato il progetto di fattibilità tecnico-economica che prevede in particolare la valorizzazione del torrione cinquecentesco, la conservazione programmatica del bene e una fruizione pubblica per servizi culturali, ricreativi e di esercizio pubblico.

"Il periodo è difficile per richiedere investimenti privati su edifici pubblici, ma andiamo avanti con un percorso iniziato da tempo", sottolinea l'assessore, e come in altri casi "non vendiamo i nostri beni, ma li valorizziamo con l'aiuto del privato". E per Porta Adriana si completa si conclude un iter ventennale.

render 2-2

Dai banchi dell'opposizione Alberto Ancarani di Forza Italia giudica la valorizzazione "necessaria e utile, ma siamo in forte ritardo". Inoltre la concessione dovrebbe essere "più lunga". Dello stesso avviso Learco Vittorio Tavoni della Lega: sull'investimento, aggiunge, "non è stato detto cosa chiedono Comune e Soprintendenza per la ristrutturazione".

La consigliera Cinzia Vabonesi del Partito democratico sottolinea come "sia impossibile ritenere l'operazione non valida per la valorizzazione della città". Gli interventi di questo tipo, aggiunge, sono stati "diversi, per cui c'è stata una forte compressione per gli uffici tecnici". Comunque "darà un'immagine di Ravenna più calda e accogliente, in particolare per i giovani". Daniele Perini di Ama Ravenna elogia il lavoro dell'assessore, chiedendogli conto però anche dell'altro bastione. La delibera viene approvata all'unanimità. (fonte Dire)

progetto 1-2

progetto 2-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mentre passeggia nota un'auto nel fiume: a bordo non c'era nessuno

  • Morte di Maradona, la Pausini: "In Italia fa notizia l'addio a un uomo poco apprezzabile"

  • Trova un pezzo di dito nell'involtino primavera: partono le indagini

  • Schianto frontale: Panda proiettata nel fosso dopo l'urto, 65enne soccorso con l'elicottero del 118

  • Vivere in montagna, l'opportunità diventa realtà per 341 giovani coppie e famiglie

  • Troppe persone nel negozio di alimentari: chiuso per 5 giorni

Torna su
RavennaToday è in caricamento