Farmacie, tutte le novità: chi prenota una visita e non si presenta paga comunque il ticket

Con un emendamento della Giunta è stato previsto inoltre l’obbligo di disdire con almeno due giorni di anticipo la prenotazione per una prestazione specialistica ambulatoriale, alla quale non ci si voglia o non ci si possa più sottoporre

Con l’approvazione da parte dell’assemblea legislativa delle ‘Norme regionali in materia di organizzazione degli esercizi farmaceutici e di prenotazioni di prestazioni specialistiche ambulatoriali’ sono introdotte in Emilia-Romagna nuove regole che riguardano in particolare i turni di apertura, le ferie e la distribuzione dei medicinali nella fascia notturna. Con un emendamento della Giunta è stato previsto inoltre l’obbligo di disdire con almeno due giorni di anticipo la prenotazione per una prestazione specialistica ambulatoriale, alla quale non ci si voglia o non ci si possa più sottoporre. “Una scelta fatta per una sanità più giusta e di cui dobbiamo sentirci più responsabili – dichiara la consigliera Pd Manuela Rontini – Senza disdetta o giustificazione l’assistito, sia egli esente o meno, verserà una sanzione amministrativa pari alla quota ordinaria del ticket prevista per la fascia di reddito più bassa”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le Ausl avranno a disposizione nuovi strumenti per comunicare ai cittadini “Attraverso un portale web saranno online in formato testuale o con grafica geo referenziata, molte informazioni utili: turni, ferie, aperture notturne e altro. Proprio rispetto alle modalità di distribuzione dei medicinali in fascia notturna ci sono novità: basterà fare una telefonata ed accordarsi per la consegna dei farmaci richiesti entro 30 minuti – spiega la Consigliera regionale ravennate – le farmacie che vorranno erogare questo servizio ne faranno richiesta al Comune mentre la Regione, avvalendosi delle aziende sanitarie locali, vigilerà sul corretto funzionamento del servizio in reperibilità, con facoltà di sospenderne la possibilità per le farmacie inadempienti. Particolare attenzione è stata rivolta alle farmacie rurali per le quali sono previsti sostegni economici, le cui modalità di riparto saranno definite dalla Regione nell’ambito delle disponibilità annualmente autorizzate con la legge di bilancio”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, un altro studente positivo a scuola: classe in quarantena

  • Si parte in anticipo coi vaccini antinfluenzali: gratis sopra i 60 anni

  • Apre un nuovo supermercato: "Risanata un'area dismessa e investiti 5 milioni di euro"

  • Il coronavirus fa un'altra vittima. "Mascherina sulla bocca e testa sulle spalle"

  • Elezioni a Faenza: lo spoglio delle schede e i risultati - LA DIRETTA

  • Coronavirus, due positivi a scuola: quarantena per alunni e docenti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento