menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nuove ripartizioni dei costi per chi si avvale del Consorzio di bonifica della Romagna

La novità è che saranno assoggettati al contributo anche molti cittadini che finora erano stati esclusi.

A seguito di un incontro tenutosi lo scorso 15 marzo nella sede di Faenza del Consorzio di bonifica della Romagna, che si occupa di attività di bonifica nella Romagna, si è illustrato il nuovo riparto delle tasse consortili che toccheranno ai cittadini che si avvantaggiano dei servizi di difesa del territorio offerti dal Consorzio.
La novità è che saranno assoggettati al contributo anche molti cittadini che finora erano stati esclusi. Questo in base ai nuovi criteri di applicazione della legge regionale n. 7 del 2012 definiti dalle delibere della giunta regionale illustrate in uno studio scaricabile dal sito internet del Consorzio. 

La Federconsumatori di Ravenna che era presente all'incontro commenta così: “In poche parole, alcune famiglie, finora esentate, da quest'anno inizieranno a contribuire alle spese di funzionamento del Consorzio; altri probabilmente vedranno diminuire il loro contributo, che pagavano da anni. Il contributo per la grande maggioranza di cittadini sarà fortunatamente piuttosto contenuto. Non dubitiamo dell'importanza del servizio svolto dal Consorzio di bonifica per la difesa del territorio. Resta tuttavia in molti cittadini un dubbio: per svolgere questa importantissima attività, è proprio necessario mantenere una pluralità di enti?”.
Data la complessità dei calcoli da effettuare per definire i nuovi contributi, che necessitano di specifiche conoscenze tecniche, gli Uffici del Consorzio si sono impegnati a fornire ai cittadini tutti i chiarimenti necessari: a questo scopo è stato creato il n. verde 800 22 66 22.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento