Martedì, 28 Settembre 2021
Cronaca

Nuovi strumenti all'avanguardia donati all'ospedale di Ravenna

Sono capaci di offrire un aumento della capacità di diagnosi e di intercettare precocemente pazienti con arteriosclerosi vascolare a potenziale rischio ischemico cardiovascolare

L’associazione 'Cuore e territorio' ha messo a disposizione dell’ospedale di Ravenna un ecotomografo portatile, un ecg holter pediatrico, un sfigmomanometro digitale doppio per misurazione pressione arteriale indice caviglia-braccio. A ricevere il presidente e il vice di Cuore e territorio, Giovanni Morgese e Carlo Serafini già partner storico dell’associazione, il direttore dell’Unità Cardiologica di Ravenna Andrea Rubboli che ha esternato viva gratitudine, a nome della collettività ravennate, per l’aumento dell’offerta numerica dei servizi che la cardiologia potrà erogare con la donazione dei tre strumenti, capaci di offrire un aumento della capacità di diagnosi e di intercettare precocemente pazienti con arteriosclerosi vascolare a potenziale rischio ischemico cardiovascolare.

Sono intervenuti anche i membri del comitato scientifico dell’associazione. Il cardiologo Matteo Lisi ha detto che “l'ecotomografo portatile permetterà di aumentare sensibilmente l’offerta di esami ecocardiografici sia alla cittadinanza (tramite prenotazione Cup) sia ai pazienti ricoverati, consentendo così di ridurre i tempi di degenza dei degenti”. La cardiologa Annachiara Nuzzo, specialista per i bambini, dice che “l’Ecg Holter pediatrico è uno strumento che permette di registrare il ritmo cardiaco dei piccoli pazienti, dall’età neonatale fino all’età adolescenziale. In particolare l’Ecg holter donato e messo a disposizione della Cardiologia Pediatrica di Ravenna permette la determinazione del ritmo e la ricerca di eventuali aritmie con registrazione fino a 4 giorni. Tutto questo migliorerà l’accuratezza nella diagnosi delle aritmie dei pazienti pediatrici di tutta Ravenna e provincia. Per la citta di Ravenna, una novità assoluta". La cardiologa Federica Giannotti conclude dicendo che "i misuratori di pressione braccio-gamba forniscono con precisione un indice, detto Indice caviglia/Braccio (Abi), che misura la vascolarizzazione globale di un arto. Tramite questo dato si può dedurre una possibile occlusione o stenosi arteriosa. È un indicatore di arteriosclerosi semplice da applicare che porta a individuare i pazienti a rischio cardiovascolare elevato, così da poterli trattare con le più moderne terapie utili a prevenire infarti, ictus e altri eventi ischemici. Un nuovo esame che per la prima volta verrà offerto alla cittadinanza a livello ambulatoriale".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovi strumenti all'avanguardia donati all'ospedale di Ravenna

RavennaToday è in caricamento