rotate-mobile
Cronaca

Crescono i casi di West Nile Virus nel ravennate: nuove misure e trattamenti obbligatori contro le zanzare

Accogliendo le raccomandazioni dell’assessorato regionale alla Salute e dell’Ausl Romagna, il Comune di Ravenna ha emanato un’ordinanza per il rafforzamento delle misure di contrasto della proliferazione di zanzare

Accogliendo le raccomandazioni dell’assessorato regionale alla Salute e dell’Ausl Romagna, espresse in considerazione dell’intensa circolazione del virus West Nile in tutto il territorio regionale - la nostra provincia risulta tra quelle più colpite - il Comune di Ravenna ha emanato un’ordinanza per il rafforzamento delle misure di contrasto della proliferazione di zanzare.

Fino al 10 settembre tutti i soggetti gestori di ospedali, case di cura, hospice, cra, rsa, case di riposo, comunità alloggio, case famiglia, centri diurni, centri sociali e altri luoghi di aggregazione di persone anziane con presenza di spazi verdi fruibili dagli utenti anche nelle ore serali dovranno effettuare interventi adulticidi contro le zanzare con cadenza settimanale, utilizzando prodotti a basso impatto ambientale nel rispetto delle modalità indicate nelle linee guida regionali reperibili al link https://www.zanzaratigreonline.it/it/approfondimenti/documenti-tecnici. L’esecuzione dei trattamenti dovrà essere affidata a ditte specializzate del settore e nell’area interessata dovranno essere affissi con almeno 48 ore di anticipo cartelli informativi che riportino data e ora del trattamento.

Fino al 31 ottobre inoltre tutti i soggetti che a qualsiasi titolo siano autorizzati a effettuare manifestazioni che comportino il ritrovo di almeno 200 partecipanti all’aperto nelle ore serali in aree verdi urbane dovranno effettuare interventi straordinari preventivi con adulticidi nel rispetto delle medesime modalità di cui si è già detto (per chi organizza manifestazioni analoghe in aree verdi non urbane l’obbligo è già vigente dal mese di luglio). In questi casi dovrà essere data  comunicazione preventiva del luogo e della data del trattamento all’Associazione Romagnola Apicoltori all’indirizzo e-mail info@arapicoltori.com per l’adozione delle misure necessarie alla tutela delle eventuali arnie presenti.

In Bassa Romagna

Anche i Comuni dell'Unione dei Comuni della Bassa Romagna, su disposizione dell'Autorità sanitaria regionale e proposta dell'Ausl, hanno rinforzato le proprie ordinanze. In particolare, dovranno essere trattate con adulticida le aree verdi, anche urbane, dove si svolgeranno feste o manifestazioni che comportino il ritrovo di 200 o più persone in orario serale (non è più valida dunque la distinzione tra aree trattate preventivamente con larvicidi e aree non trattate); l'obbligo vale per le iniziative che si svolgeranno fino al 31 ottobre. Per quanto riguarda ospedali, case di cura, case di riposo, Rsa, case famiglia, centro diurni, centri sociali e altri luoghi di aggregazione di persone anziane con presenza di spazi verdi fruibili dagli utenti nelle ore serali è previsto l'obbligo di trattamenti adulticidi, a cura del gestore, fino al 10 settembre.

I trattamenti, a cura degli organizzatori, dovranno essere affidati a ditte specializzate del settore e nel rispetto delle modalità indicate nelle linee guida regionali per un corretto utilizzo dei trattamenti adulticidi contro le zanzare, reperibili al link https://www.zanzaratigreonline.it/it/approfondimenti/documenti-tecnici. Sarà inoltre obbligatorio affiggere nell’area interessata con almeno 48 ore di anticipo cartelli informativi che riportino la data e l’ora del trattamento e le misure di sicurezza a cui attenersi. I trattamenti dovranno essere indicati preventivamente (con data e luogo) all’Associazione romagnola apicoltori all’indirizzo info@arapicoltori.com per l’adozione delle misure necessarie alla tutela delle eventuali arnie presenti.

A tutti i cittadini si raccomanda di proteggersi per quanto possibile dalle punture di zanzare ed effettuare i trattamenti larvicidi nelle proprie pertinenze, rimuovendo ogni possibile ristagno d'acqua. I trattamenti larvicidi periodici sono assicurati dalla Pubblica amministrazione in tutte le aree pubbliche (giardini, piazze, parchi, vie stradali, edifici comunali) e negli scoli e nei fossati.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crescono i casi di West Nile Virus nel ravennate: nuove misure e trattamenti obbligatori contro le zanzare

RavennaToday è in caricamento