Nuovo piano del traffico di Ponte Nuovo. "Micidiali gli incroci con via 56 Martiri"

L’appalto per l’aggiudicazione dei lavori di modifica della circolazione e della sosta dei veicoli nel quartiere nord di Ponte Nuovo è stato aggiudicato all’impresa 3M Multiservizi di Perugia al costo di 47.564,61 euro

"L’appalto per l’aggiudicazione dei lavori di modifica della circolazione e della sosta dei veicoli nel quartiere nord di Ponte Nuovo, in conseguenza del Piano Particolareggiato approvato dalla giunta comunale il 24 dicembre 2013 –  nonostante un’autentica sollevazione popolare contraria, in sintonia con l’opposizione di Lista per Ravenna –  è stato aggiudicato all’impresa 3M Multiservizi di Perugia al costo di 47.564,61 euro". A parlare è Alvaro Ancisi, capogruppo in consiglio comunale di Lista per Ravenna

"I lavori, che sono iniziati lunedì - dice Ancisi - riguardano il comparto storico racchiuso tra le vie Dismano e 56 Martiri, comprendente le vie del Pioppo e della Vigna, quelle ad esse trasversali (dell’Abete, della Quercia, dell’Olmo, del Platano, del Gattice e del Pero) ed una limitrofa (del Melograno). È convinzione generale che, anziché rimediare, come nelle intenzioni, il problema della difficile sosta dei veicoli su tali strettissime strade del vecchio borgo, la nuova organizzazione stradale non solo lo complicherà in misura insopportabile, ma produrrà maggiore caos del traffico, e soprattutto introdurrà nuovi e più pressanti rischi per la sicurezza della circolazione".

AUTOSTRADA
"La criticità maggiore deriva dall’impostazione stessa del Piano, che obbliga il traffico interno al comparto a defluire su via 56 Martiri. Molte volte Lista per Ravenna ha segnalato la condizione estrema di pericolosità di questa arteria, che collega le cittadinanze di Ponte Nuovo e Madonna dell’Albero ed è utilizzata anche, in alternativa alla via Ravegnana, come asse strategico di accesso alla città e al mare per il traffico proveniente da larga parte dell’entroterra da sud e da ovest di Ravenna (e viceversa). All’intenso flusso, insostenibile soprattutto nella stagione turistica balneare, di veicoli condotti spesso come su un’autostrada, via 56 Martiri oppone una carreggiata strettissima e malandata, priva di percorsi pedonali e ciclabili, nonché di dispositivi atti a moderare la velocità. Le numerose richieste di adeguamento e di messa in sicurezza della strada, sollevate da molti anni anche tramite petizioni spontanee sostenute da Lista per Ravenna, non hanno ricevuto il benché minimo riscontro" sostiene l'esponente di LPR.

NUOVI MARTIRI?
"Via 56 Martiri, inoltre, attraversa diametralmente la popolosa frazione di Ponte Nuovo (oltre 5 mila abitanti), costringendo le centinaia di famiglie residenti nel quartiere nord in questione ad attraversarla frequentemente per recarsi ai numerosi esercizi e impianti pubblici e sociali concentrati nella parte sud. I passaggi principali a rischio di incidenti - sottolinea Ancisi - sono i quattro punti in cui le strade laterali alla via 56 Martiri vi confluiscono o la intersecano. Tra questi, i più pericolosi sono due: l’incrocio con le vie del Gattice e dei Cotogni, anche perché vi insiste la farmacia comunale, a cui affluiscono molte persone, anche in bicicletta e a piedi; e quello con le vie del Pero e del Pino, essendo quest’ultima di  accesso al Villaggio del Fanciullo, ad una palestra/fitness, ad un centro dentale, ad un poliambulatorio e ad altri esercizi pubblici. Già oggi le persone che abitano nella prossimità di tali incroci non possono uscire di casa senza esporsi ad essere falciate. Sarebbe necessario installare due rotatorie su tali principali incroci di via 56 Martiri".

PROVVEDERE CON URGENZA
"Il piano - conclude Ancisi - segnala la pericolosità di questi due incroci e delle altre intersezioni di via 56 Martiri con via del Platano e con via del Giuggiolo. Ma non prevede alcun intervento di messa in sicurezza, limitandosi ad indicare, su tutti i quattro crocevia, “interventi di dissuasione della sosta” che valgono meno di un palliativo. Si chiede dunque al sindaco, in contemporanea con l’attivazione del Piano Particolareggiato della circolazione stradale di Ponte Nuovo, se intende disporre la messa in sicurezza delle intersezioni di cui sopra. Sarà poi l’esperienza di tale Piano sul campo di battaglia, che prevediamo disastrosa, ad imporre alla nuova amministrazione comunale, che sarà eletta il prossimo maggio, le necessarie correzioni". 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Drammatico tamponamento mortale, il disperato volo dell'elicottero non riesce a salvargli la vita

  • Una giovane stilista romagnola conquista il principe Carlo con i suoi abiti

  • Il Coronavirus strappa alla vita un 50enne: 130 nuovi casi nel ravennate

  • Critiche sui social all'attrice lughese scelta da Gucci

  • Schianto frontale: Panda proiettata nel fosso dopo l'urto, 65enne soccorso con l'elicottero del 118

  • Ci mette 'Anema e core' e apre una pizzeria napoletana: "E' la mia passione da sempre"

Torna su
RavennaToday è in caricamento