menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il nuovo Questore Giuseppina Stellino si presenta: "I cittadini siano i sensori dei problemi del territorio"

"Confido molto nel contributo da parte dei cittadini, che sono i sensori delle varie criticità che ci possono essere sul territorio, e anche le loro critiche possono sempre essere costruttive per migliorarsi"

Cambio al vertice della Questura di Ravenna: si è insediato lunedì mattina il nuovo Questore della Provincia, Giuseppina Maria Rita Stellino, proveniente dalla Questura di Oristano e nominata dal Dipartimento della Polizia  in sostituzione di Loretta Bignardi, collocata in quiescenza per limiti d’età. Nata a Busto Arsizio il 22 settembre 1963, ha conseguito la maturità classica a Sassari per proseguire gli studi all’ateneo sassarese dove si è laureata in Giurisprudenza. E' entrata a far parte dei ruoli della Polizia di Stato nel 1990, dopo aver vinto il concorso per Vice Commissario.

"Sono onorata di essere venuta a Ravenna - si presenta il nuovo Questore - Non conosco la città, mi riservo di apprezzare le bellezze di questa provincia e approfondire le varie tematiche e criticità. Qualche anno fa venni a Ravenna e a Faenza con l'allora Presidente della Camera Casini (fino al 2003 ha lavorato all’Ispettorato di Polizia presso la Camera dei Deputati dove le è stato affidato l’incarico della scorta e tutela del Presidente della Camera, ndr), ma fu una cosa molto veloce. Confido molto nel contributo da parte dei cittadini, che sono i sensori delle varie criticità che ci possono essere sul territorio, e anche le loro critiche possono sempre essere costruttive per migliorarsi".

Stellino si è soffermata poi a parlare delle misure anticovid: "C'è la massima attenzione, ma rimane un problema comune a tutte le forze di Polizia in tutta Italia. Servono controlli precisi e puntuali, certo legati al buonsenso, ma io credo che di fronte a situazioni di violazioni di norme si debba intervenire con la sanzione. Girando per la città per ora ho notato un rispetto di tutte le misure, dalle mascherine ai locali, comunque credo che saranno intensificati i servizi di controllo, soprattutto nel fine settimana e soprattutto nei locali. Io vengo da una 'zona bianca', la Sardegna, e il mio auspicio e quello di vedere anche qua il prima possibile una situazione del genere".

Un problema affrontato insieme alla sua predecessora Bignardi - con la quale Stellino aveva già lavorato nella Dia - è quello dei furti in appartamento. "Una nota dolente - spiega il Questore - di cui ho parlato anche con il sindaco. Diventa fondamentale la vigilanza passiva, la videosorveglianza, che fa vivere più tranquilli e ci aiuta a risalire ai responsabili".

Il curriculum

Stellino, all’atto della nomina nei ruoli della Polizia di Stato, è stata inviata alla Questura di Milano dove ha assunto l’incarico di dirigente del Reparto Volanti del capoluogo lombardo; successivamente è stata assegnata all’Ufficio Ordinamento e Contenzioso del Dipartimento della Pubblica Sicurezza, quindi alla Direzione Investigativa Antimafia di Roma dove ha conseguito importanti risultati, accrescendo il suo bagaglio professionale, nella lotta al crimine organizzato.

Ha proseguito poi la carriera, sempre nella capitale, con l’assegnazione all’Ispettorato di Polizia presso la Camera dei Deputati dove le è stato affidato l’incarico della scorta e tutela del Presidente della Camera sino al 2003, quando il Dipartimento della Pubblica Sicurezza l’ha inviata a Sassari dove ha assunto la direzione dell’Ufficio Prevenzione Generale Soccorso Pubblico. E' passata poi alla direzione della Squadra Mobile di Sassari, dove ha diretto e portato a termine delicate indagini per il contrasto al traffico di sostanze stupefacenti e su un caso di sequestro di persona. La sua crescita professionale è quindi proseguita nel capoluogo sardo quando, nel 2009, ha acquisito la qualifica di Primo Dirigente della Polizia di Stato, assumendo la direzione della Divisione Anticrimine della Questura.

Successivamente le è stato affidato l’incarico di Capo di Gabinetto del Questore, ruolo che ha rivestito fino al 2012, quando è stata chiamata nuovamente a Roma per ricoprire il ruolo di Vice Consigliere Ministeriale presso il Servizio di Polizia Postale, con specifica competenza sui reati informatici. Nell’anno 2014 è stata nominata Vicario del Questore di Nuoro per poi essere promossa, nel 2019, alla qualifica di Dirigente Superiore della Polizia di Stato. Dal 26 marzo 2019, il Dipartimento della Polizia le ha assegnato la direzione della Questura di Oristano sino al 28 febbraio 2021.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento