Nuovo Sirio-red all'incrocio semaforico: "Non era la priorità"

E' di queste ore la notizia che, a partire dal 14 gennaio 2019, sarà attivo il sistema Sirio Red al semaforo regolamentante l'incrocio delle Vie Berlinguer, Pascoli e Marconi

E' di queste ore la notizia che, a partire dal 14 gennaio 2019, sarà attivo il sistema Sirio Red al semaforo regolamentante l'incrocio delle Vie Berlinguer, Pascoli e Marconi. "Oltre al problema noto da tempo dei passaggi automobilistici anche in presenza di semaforo rosso, in tale incrocio è quotidianamente riscontrabile un altro annoso problema: la congestione del traffico durante l'orario di entrata ed uscita degli studenti dai vari complessi scolastici nei pressi del semaforo stesso, ovvero l'Istituto Tecnico Geometri, la cui sede ospita anche succursali di altri istituti, l'ITIS, nonché la Scuola Media ed Elementare Randi - spiega la capogruppo di CambieRà in consiglio Samantha Tardi - Il problema dell'imbottigliamento a ridosso dell'incrocio è dato sia dal fatto che il parcheggio presente tra Via Sighinolfi e Via Marconi prevede come unica uscita quella di Via Marconi, subito dopo la curva in arrivo dalle Vie Berlinguer e Pascoli, sia dalle soste dei vari mezzi pubblici e privati in attesa delle entrate e delle uscite degli studenti. Nelle ore di entrata e uscita degli studenti, infatti, l'incrocio coinvolto dal nuovo dispositivo Sirio Red è spesso occupato da bus ed auto che tentano di passare per girare in Via Marconi, ma si ritrovano costretti a star fermi svariati minuti al centro dell'intersezione a causa dell'importante intasamento dato dagli ingressi scolastici, dalle fermate dei mezzi pubblici e dall'uscita in massa di auto dal parcheggio. Non parliamo poi di cosa accade nelle mattinate di mercoledì e sabato quando è presente anche il mercato cittadino e il relativo afflusso di cittadini; non è raro che un bus o un'auto superino il semaforo regolarmente verde, per poi ritrovarsi in mezzo all'incrocio bloccati mentre il semaforo torna rosso".

Per questo motivo, considerando la particolare condizione in cui versa quell'incrocio in alcune ore della giornata, la consigliera ha depositato un question time in cui si chiede al Sindaco e alla Giunta "cosa accade all'utente che, attraversando l'incrocio con regolare semaforo verde, si dovesse ritrovare bloccato al centro a causa di autobus o altri mezzi in sosta davanti alle scuole, i quali, di conseguenza, essendo a pochi metri, causano un ingorgo in mezzo all'intersezione, mentre il semaforo torna rosso. Verrebbe multato? E' stato altresì chiesto quali intenzioni abbia questa Amministrazione affinchè si possa risolvere il problema quotidiano degli ingombri pericolosi che la colonna di bus e auto provoca proprio sull'incrocio e se si fosse mai pensato di rivedere le entrate e le uscite del parcheggio situato tra Via Berlinguer e Via Marconi, accanto a Piazza Sighinolfi, affinchè si possano prevedere due vie di uscita anziché una sola. Via Berlinguer già oggi rappresenta un importante snodo cittadino: un collegamento tra l'ospedale, la questura, il mercato cittadino, gli uffici anagrafe e i plessi scolastici. Ben presto ospiterà anche il nuovo grande polo comunale dietro il Palazzo degli Affari e troviamo indecente che non si riesca a risolvere il problema di bus e auto davanti alle scuole con un progetto di rivisitazione delle infrastrutture esistenti. Sarebbe stato più opportuno dare priorità alla risoluzione dei problemi infrastrutturali, piuttosto che installare l'ennesimo dispositivo multante, ma tant'è".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violento schianto frontale, grave una donna incinta: trasportata al "Bufalini" in condizioni critiche

  • Trema la terra poco dopo le 18, scossa di terremoto nel ravennate

  • Terremoto nella notte, una nuova scossa fa tremare la terra

  • Travolto da un'auto mentre va a scuola in bici: 13enne in ospedale

  • Una giovane vita spezzata troppo presto: tanta commozione ai funerali di Lorenzo Forte

  • Torna il corso per diventare balia di gattini

Torna su
RavennaToday è in caricamento