Cronaca

Il nuovo velox entra in funzione e 'stana' anche le mancate assicurazioni e revisioni

Il nuovo strumento di rilevazione a distanza della velocità è stato installato in un tratto in cui è presente il limite di velocità di 70 km/h

Entra in funzione a partire da martedì 10 agosto il nuovo autovelox fisso installato dalla Provincia di Ravenna sulla strada provinciale n. 118 “Umbro casentinese romagnola tratto Dismano” nella località di Borgo Faina, nel Comune di Ravenna. Nei giorni scorsi sono stati collocati i cartelli di segnalazione della postazione di rilievo della velocità, allo scopo di informare preventivamente dell'installazione.

Dopo un periodo di prova, il misuratore di velocità è pronto a scattare le prime foto, con la finalità principale di far diminuire la velocità dei veicoli immediatamente prima dell’ingresso nel centro abitato di Borgo Faina, in particolar modo per tutelare la sicurezza degli abitanti e aumentare la sicurezza degli incroci che si trovano all’interno della località. Il nuovo strumento di rilevazione a distanza della velocità è stato installato sulla strada provinciale al km 3+900, con direzione di marcia da Cesena verso Ravenna, dove è presente il limite di velocità di 70 km/h.

L’intervento rientra nell'ambito del progetto di miglioramento della sicurezza della circolazione stradale effettuato tramite l'installazione di autovelox fissi sulle strade individuate con un’ordinanza prefettizia. Queste strade vengono individuate prioritariamente in base agli incidenti stradali e alle condizioni strutturali e di traffico per le quali non è possibile il fermo di un veicolo senza recare pregiudizio alla sicurezza della circolazione o all'incolumità degli agenti operanti e delle persone controllate. L'apparecchio è gestito direttamente dalla Polizia Provinciale e quindi funziona da remoto senza l'obbligo di contestazione immediata e anche le sanzioni saranno elevate direttamente dallo stesso organo di polizia.

Si ricorda che il Codice della Strada prevede per l'infrazione al limite di velocità sanzioni differenziate che vanno dai 42 euro per superamento del limite di non oltre 10 chilometri fino agli 845 euro nel caso di superamento di oltre 60 chilometri del limite fissato. Nel caso di velocità superiori ai 110 chilometri orari nella strada in oggetto è prevista la decurtazione, a seconda della velocità, di 6 o 10 punti dalla patente, oltre alla sua sospensione fino a 12 mesi.

Come altri strumenti di rilievo della velocità già installati dalla Provincia sulla rete stradale, l'apparecchiatura consente di verificare se i veicoli che transitano siano assicurati e revisionati. Con la normativa attualmente in vigore questo è possibile solo quando è presente una pattuglia di polizia sul posto che effettua immediatamente i fermi dei veicoli e le relative sanzioni. Il servizio viene realizzato con l'utilizzo di un tablet gestito dalla pattuglia di polizia sul posto collegato all'apparecchiatura di rilievo che effettua istantaneamente una visura sul terminale della Motorizzazione Civile e che segnala in pochi secondi la mancanza dell'assicurazione di responsabilità civile o della revisione consentendo il fermo immediato del veicolo ed il suo eventuale sequestro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il nuovo velox entra in funzione e 'stana' anche le mancate assicurazioni e revisioni

RavennaToday è in caricamento