menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Occhio alla truffa: falsi incaricati della Pubblica Assistenza in azione

Sono giunte al centralino e agli uffici della Pubblica Assistenza Città di Ravenna diverse segnalazioni relative a eventuali addetti incaricati di raccogliere donazioni in denaro passando di porta in porta

Nelle ultime ore sono giunte al centralino e agli uffici della Pubblica Assistenza Città di Ravenna diverse segnalazioni relative a eventuali addetti incaricati di raccogliere donazioni in denaro passando di porta in porta, anche nelle frazioni della città. L’associazione tiene a precisare che nessun operatore della Pubblica Assistenza Città di Ravenna è stato incaricato, né tantomeno autorizzato, a raccogliere fondi in questo modo.

Stando alle segnalazioni, alle abitazioni di alcuni ravennati avrebbero bussato persone che non indossano la divisa della Pubblica Assistenza e non sono in possesso di alcun documento di riconoscimento, spacciandosi per operatori e volontari impegnati in un giro di raccolta per contribuire all’acquisto di dispositivi e materiale necessari per gli interventi di primo soccorso e di trasporto dei malati Covid-19.

“Attenzione! Se i racconti riportati rispondessero al vero – sottolineano a gran voce dalla direzione della Pubblica Assistenza – si tratterebbe di un’autentica truffa e di un’operazione che non riconosciamo in alcun modo. Al contempo, tutto ciò sarebbe avvilente e sconcertante per il periodo che stiamo vivendo e per le difficoltà, tangibili e non immaginarie, che tutte le realtà impegnate nel settore socio-sanitario devono affrontare ogni giorno. Invitiamo pertanto tutti i cittadini, e in particolare gli anziani fatti oggetto spesso e in maniera vile di questi raggiri, a diffidare di qualsiasi persona che, suonando alla porta, venga a domandare versamenti in denaro per solidarietà alla Pubblica Assistenza”.

L’associazione continua a raccogliere ogni giorno le donazioni di tutta la città, fondamentali e irrinunciabili, ma lo fa esclusivamente attraverso i canali che sono stati da sempre promossi e pubblicizzati: raccolta fondi “Noi per voi, voi per noi” attivata sulla piattaforma di crowfunding Gofundme; donazione volontaria sul canale Paypal; donazione volontaria attraverso l’applicazione Satyspay, versamento con Bonifico bancario sull’IBAN IT14A0627013181CC0810004858 intestato alla Pubblica Assistenza Città di Ravenna Odv.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sotterrata nel giardino della scuola una "capsula del tempo": verrà aperta nel 2070

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento