rotate-mobile
Lunedì, 28 Novembre 2022
Cronaca

Oltre 3000 spettatori in due giorni al Festival Ravenna Historia Mundi

Un grande via vai nel grande parco allestito con i campi storici, in cui il pubblico ha potuto assistere alle dimostrazioni dei rievocatori

Il Festival della Storia 'Ravenna Historia Mundi', che nelle giornate di sabato e domenica ha visto la partecipazione di oltre 3.000 visitatori paganti, è stato una vera e propria festa collettiva. Il coinvolgimento della cittadinanza, e non solo, è iniziato a partire da venerdì sera, con una grande adesione al corteo che ha sfilato per le strade cittadine e ha dato vita ad una serie di dimostrazioni nelle principali piazze. L’affluenza maggiore si è registrata nelle due giornate successive, presso il Museo Classis Ravenna, con un grande via vai nel grande parco allestito con i campi storici, in cui il pubblico ha potuto assistere alle dimostrazioni dei rievocatori.

Ravenna Historia Mundi 2022

Grande partecipazione anche ai numerosi laboratori didattici, che hanno visto il tutto esaurito, e alle conferenze a tema storico ed archeologico, che hanno attirato tanti appassionati. Particolarmente affollata la Tavola Rotonda sul tema della divulgazione storica nei social media: tra i relatori anche Marco Cappelli, ideatore del podcast Storia d’Italia, premiato a livello internazionale. Cappelli ha inoltre colto l’occasione del Festival per dare appuntamento ai suoi follower, che domenica mattina si sono incontrati ed hanno fatto una visita guidata ai monumenti del centro storico.

Tra i frequentatori della manifestazione, oltre ai ravennati, anche tanti turisti, provenienti sia dal territorio limitrofo che da fuori regione. Tra questi, qualcuno ha approfittato del Festival per trattenersi in città due giorni, sia per partecipare all’evento sia per visitare il Museo, la Basilica di Sant’Apollinare in Classe e la città in generale, in cui erano in corso le celebrazioni dantesche.

Ravenna Historia Mundi. Festival della Storia. Verso Teodorico 1500° 526 – 2026 d. C. è stato organizzato da Fondazione RavennAntica - Parco Archeologico di Classe, Comune di Ravenna, Spasso in Ravenna e dal Comitato Cittadino di Classe in collaborazione con Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di Ravenna, Forlì-Cesena e Rimini e la Direzione Regionale Musei Emilia-Romagna. L'iniziativa è stata realizzata grazie al contributo di Regione Emilia-Romagna, Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna, Gruppo Hera, Coop Alleanza 3.0, Edison, Romagna Acque, T&C Traghetti e Crociere, Camera di Commercio di Ravenna. Un ringraziamento speciale all’Associazione Culturale di Archeologia Sperimentale Legio I Italica per il coordinamento, l’organizzazione dei campi storici e la loro grande disponibilità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Oltre 3000 spettatori in due giorni al Festival Ravenna Historia Mundi

RavennaToday è in caricamento