rotate-mobile
Sabato, 4 Dicembre 2021
Cronaca

Omicidio di Giulia Ballestri, indagini ormai chiuse: Matteo Cagnoni verso il processo

Indagini chiuse: si va verso il processo con l'accusa di omicidio volontario per Matteo Cagnoni, il noto medico accusato di aver ucciso la moglie

Indagini chiuse: si va verso il processo con l’accusa di omicidio volontario per Matteo Cagnoni, il noto medico accusato di aver ucciso la moglie. La Procura di Ravenna ha notificato alla difesa l'avviso di chiusura delle indagini preliminari. Si tratta di un atto che precede la richiesta di rinvio a giudizio vera e propria, per poter così avviare il dermatologo 51enne alla sbarra degli imputati. L’uomo è accusato di aver ucciso a bastonate in testa la moglie 39enne Giulia Ballestri, dopo averla attirata la mattina del 16 settembre nella villetta di famiglia disabitata.

La Procura avrebbe preferito il giudizio immediato, un rito processuale più veloce, ma il Gip ha respinto per motivi tecnici questa strada. Si farà dunque il processo “classico”, con la richiesta di rinvio a giudizio e il processo vero e proprio nel caso in cui dal giudice sarà disposto il rinvio a giudizio.  I reati indicati sono omicidio aggravato e di occultamento di cadavere, mentre cade l'accusa di violenza sessuale. L’accusa è sostenuta dal procuratore capo Alessandro Mancini e dal pm Cristina D'Aniello. Archiviata la posizione del padre Mario Cagnoni, che inizialmente era sospettato di favoreggiamento nei confronti del figlio. La difesa è rappresentata dall’avvocato Giovanni Trombini.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio di Giulia Ballestri, indagini ormai chiuse: Matteo Cagnoni verso il processo

RavennaToday è in caricamento