rotate-mobile
Cronaca

Omicidio di Giulia Ballestri, dietro il massacro nella villa abbandonata c'è la gelosia

Benchè vivessero ormai da separati in casa, secondo quanto riferito da conoscenti, Ballestri frequentava un imprenditore

Si è accanito con furia contro la moglie, uccidendola a bastonate con una decina di colpi alla testa. Matteo Cagnoni avrebbe ucciso per gelosia. Il noto dermatologo di 51 anni, secondo gli investigatori coordinati dal procuratore capo Alessandro Mancini e dal sostituto Cristina D'Aniello, non accettava la fine della relazione con Giulia Ballestri, 40 anni il novembre prossimo, con la quale viveva nella loro abitazione di via Giordano Bruno insieme ai tre figli, il più piccolo di 6 anni e il più grande di 11.

MATRIMONIO AL CAPOLINEA - Il loro matrimonio decennale era ormai giunto al capolinea. Benchè vivessero ormai da separati in casa, secondo quanto riferito da conoscenti, Ballestri frequentava un imprenditore. La vittima aveva chiesto la separazione e già si erano rivolti ad un avvocato per definire l'accordo. Quella contro la donna, il cui volto dagli occhi azzurri è stato sfigurato con estrema violenza, è stata una sorta di esecuzione. Dettata dalla gelosia, esplosa nella villa abbandonata di via Padre Genocchi, vicino ai giardini pubblici.

Trovata uccisa nella villa familiare Giulia Ballestri (foto di Massimo Argnani)

L'OMICIDIO - Cagnoni si trova in stato di fermo come indiziato di delitto con le accuse di omicidio pluriaggravato e occultamento di cadavere. Per gli inquirenti, sulla base delle indicazioni fornite dal medico legale, l’omicidio risalirebbe a venerdì sera, circa 72 ore prima del ritrovamento del corpo martoriato della 39enne effettuato nella tarda serata di domenica. Sarebbe stata portata alla villa di via Genocchi con una scusa. Poi il massacro.

L'arma del delitto, un bastone di legno, presenta molte tracce di sangue. Nell'abitazione, al momento disabitata, sono state repertate tracce di sangue in varie stanze le più copiose si trovano nello scantinato dove è stato trovato il corpo senza vita della donna. Addosso aveva solo il reggiseno. Gli investigatori sostengono che la donna possa essere stata colpita, trascinata giù per le scale battendo la testa sui gradini. Quindi gli ultimi colpi nello scantinato. Una decina in tutto. Il procuratore capo Mancini lo ha definito un femminicidio con "violenza quasi inaudita".

MASSACRATA IN VILLA: UCCISA GIULIA BALLESTRI
CHI E' MATTEO CAGNONI: COSI' SI RACCONTAVA IL DERMATOLOGO

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio di Giulia Ballestri, dietro il massacro nella villa abbandonata c'è la gelosia

RavennaToday è in caricamento