rotate-mobile
Mercoledì, 17 Agosto 2022
Cronaca

Massacrata a bastonate, Giulia violentata prima di esser uccisa? Si attende l'autopsia

L'accertamento sarà stabilito una volta concluso l'interrogatorio del marito della donna, il noto dermatologo ravennate Matteo Cagnoni, attualmente in stato di fermo con le accuse di omicidio e occultalmento di cadavere

Trovata uccisa nella villa familiare Giulia Ballestri (foto di Massimo Argnani)

L'OMICIDIO - Cagnoni si trova in stato di fermo come indiziato di delitto con le accuse di omicidio pluriaggravato e occultamento di cadavere. Per gli inquirenti, sulla base delle indicazioni fornite dal medico legale, l’omicidio risalirebbe a venerdì sera, circa 72 ore prima del ritrovamento del corpo martoriato della 39enne effettuato nella tarda serata di domenica. Sarebbe stata portata alla villa di via Genocchi con una scusa. Poi il massacro.

L'arma del delitto, un bastone di legno, presenta molte tracce di sangue. Nell'abitazione, al momento disabitata, sono state repertate tracce di sangue in varie stanze le più copiose si trovano nello scantinato dove è stato trovato il corpo senza vita della donna. Gli investigatori sostengono che la donna possa essere stata colpita, trascinata giù per le scale battendo la testa sui gradini. Quindi gli ultimi colpi nello scantinato. Una decina in tutto. Il procuratore capo Mancini lo ha definito un femminicidio con "violenza quasi inaudita".

<<L'OMICIDIO: TROVATA MASSACRATA A COLPI DI BASTONATE>>
<<IL POSSIBILE MOVENTE: LA GELOSIA>>
<<CHI E' MATTEO CAGNONI: COSI' SI RACCONTAVA IL DERMATOLOGO>>
<<PROCURA: SI INDAGA A 360 GRADI>>
<<IL DOLORE DEI FAMILIARI: UN AFFETTO COMMUOVENTE>>

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Massacrata a bastonate, Giulia violentata prima di esser uccisa? Si attende l'autopsia

RavennaToday è in caricamento