menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di Massimo Argnani

Foto di Massimo Argnani

Omicidio a Faenza, 46enne trovata sgozzata. Il magistrato: "Indagini sono a 360 gradi"

Il procuratore capo facente funzioni di Ravenna, Daniele Barberini, è arrivato sabato mattina in via Corbara, una via a ridosso del centro di Faenza

"Le indagini sono a 360 gradi". Il procuratore capo facente funzioni di Ravenna, Daniele Barberini, è arrivato sabato mattina in via Corbara, una via a ridosso del centro di Faenza, dove alle prime luci dell'alba di sabato è stata trovata senza vita in una pozza di sangue la 46enne Ilenia Fabbri. Morta, a quanto pare, sgozzata. Per il procuratore, presente sul posto insieme al pubblico ministero di turno Angela Scorza, si tratta di un fatto "drammatico che purtroppo coinvolge ancora una volta una donna".

Sull'episodio indaga la Squadra Mobile di Ravenna, diretta dal dirigente Claudio Cagnini, insieme agli agenti del Commissariato di Polizia manfredo. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, la vittima sarebbe stata uccisa in una stanza della sua abitazione al piano terra, vicino al garage. L'allarme è stato dato intorno alle 6.30 da un'amica della figlia della vittima, ospitata in casa, che, sentendo del trambusto, si era nascosta in camera. Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118 con un'ambulanza e l'auto col medico a bordo, ma per la donna non c'era più nulla da fare.

All'arrivo la Polizia ha trovato la vittima sgozzata, con un profondo taglio all'altezza della gola. Secondo quanto trapelato, al momento del delitto, l'ex marito della vittima, otto anni più giovane, si trovava in viaggio assieme alla loro figlia ventenne, a quanto pare verso Milano: i due erano partiti dopo le 5 quando la donna era ancora viva. E l'allarme alla polizia è stato dato proprio dalla figlia avvisata telefonicamente dalla sua amica rimasta nell'abitazione faentina.

I rilievi sono stati svolti dalla Polizia Scientifica regionale. Gli inquirenti stanno hanno portato in Commissariato per essere ascoltati il compagno della vittima, l'ex marito, la figlia e l'amica della figlia. Non ci sono indagati. Nelle mani degli inquirenti ci sarebbe un coltello, forse l'arma del delitto, e lo smartphone della vittima. Il cadavere è stato rimosso solo nel tardo pomeriggio. "Ho sentito delle urla, ma non voci maschili", questa la testimonianza di una residente raccolta dalle telecamere Rai.

Foto di Massimo Argnani

omicidio-faenza-6-02-2021-2

omicidio-faenza-6-02-2021-3

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento