Giovedì, 24 Giugno 2021
Cronaca

Il mistero dell'omicidio di Ilenia Fabbri: nessuna impronta dell'assassino, macchie di sangue ai piani superiori

L'assassino avrebbe iniziato la sua aggressione ai piani superiori della casa, per terminarla nel vano uso cucina al piano terra utilizzando un coltello e assalendo la vittima alle spalle

Proseguono gli accertamenti della polizia per fare luce sulla morte di Ilenia Fabbri, la 46enne trovata morta in una pozza di sangue poco prima dell'alba di sabato nel suo appartamento di via Corbara a Faenza. Dalle ultime verifiche sarebbe emerso come nemmeno sulle finestre, così come sulle porte esterne, fossero presenti segni di effrazione. La prima volante della Polizia, al suo arrivo subito dopo il delitto, aveva trovato la porta del garage aperta.

Sulla dinamica dell'omicidio, come riporta l'Ansa, sono state isolate macchie di sangue ai piani superiori: l'assassino avrebbe cioè iniziato lì la sua aggressione, per terminarla nel vano uso cucina al piano terra utilizzando un coltello e assalendo la vittima alle spalle. Ciò spiegherebbe anche una delle ultime novità sui rilievi: non sono state trovate impronte dell'assassino, né sulla scena del crimine, né fuori dall'abitazione. La consulenza finale dell'esame autoptico dovrà essere implementata con eventuale compatibilità tra il profondo taglio con il coltello sequestrato dalla polizia e con l'eventuale presenza di altri segni di aggressione sul cadavere.

Omicidio di Ilenia Fabbri, nuovi sviluppi: aggredita in camera da un killer venuto apposta per ucciderla

Nel frattempo sembrerebbe escluso il movente passionale: il movente legato a un rapporto sentimentale della vittima è stato escluso perché dalle verifiche è emerso che la donna non aveva relazioni al di fuori della coppia. Per quanto riguarda il nuovo compagno, le cose andavano bene tra i due, tanto che secondo le amiche di lei volevano sposarsi. Mentre in merito all'ex marito, la relazione tra i due si era definitivamente chiusa nel 2018.

È infine emerso che la donna aveva fatto causa all'ex marito, dal quale si era separata nel 2018, per lamentare presunti mancati compensi per alcune decine di migliaia di euro relativi al suo impiego nell'attività di famiglia. La prossima udienza - la seconda della causa - con i testimoni delle parti era stata fissata per il 26 febbraio davanti al giudice del Lavoro del Tribunale di Ravenna. L'ex marito non risulta comunque iscritto nel registro degli indagati: gli inquirenti sono sulle tracce di una quinta persona.

L'ex collega: "Non posso pensare che l'abbia uccisa qualcuno che conosceva"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il mistero dell'omicidio di Ilenia Fabbri: nessuna impronta dell'assassino, macchie di sangue ai piani superiori

RavennaToday è in caricamento