menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'omicidio di Ilenia Fabbri, morta accoltellata: un giallo, per ora, senza risposte

Gli inquirenti sono al lavoro per ricostruire le ultime ore di vita della donna e quali sarebbero stati i motivi da armare la mano dell'assassino

Un delitto al momento senza risposte. Proseguono a 360 gradi le indagini della Squadra Mobile di Ravenna, diretta dal dirigente Claudio Cagnini, e del Commissariato di Polizia manfredo - coordinati dal pubblico ministero di turno Angela Scorza e dal procuratore capo facente funzione Daniele Barberini - per far luce sull'omicidio della 46enne Ilenia Fabbri, consumatosi nella nottata tra venerdì e sabato nella sua abitazione in via Corbara, a Faenza. Gli inquirenti sono al lavoro per ricostruire le ultime ore di vita della donna e quali sarebbero stati i motivi da armare la mano dell'assassino. Fino a notte fonda sono stati ascoltati in commissariato l’ex marito, l’attuale compagno della vittima, la figlia e un’amica della figlia. Ascoltata anche una vicina, che avrebbe avvertito delle urla.

E' stata proprio quest'ultima a dare l'allarme alle prime luci dell'alba di sabato, poco dopo le 6. La giovane, secondo quanto ricostruito dagli investigatori, si trovava nell'abitazione della 46enne dopo aver trascorso una serata alla presenza anche della figlia ventenne. La ragazza, sentendo dei rumori sospetti, si sarebbe barricata in camera, per poi chiamare l'amica, che nel frattempo si trovava in viaggio col padre in direzione Milano per ritirare un'auto acquistata da poco. Quando i soccorritori sono arrivati sul posto hanno trovato Ilenia in una pozza di sangue.

Il corpo si trovava in una stanza, a quanto pare la cucina, collegata ad uno sgabuzzino che conduce all’esterno della complesso abitativo di via Corbara. Era vestita di tutto punto, come se dovesse uscire o comunque aspettare qualcuno. L'abitazione è stata posta sotto sequestro. Gli agenti della Polizia Scientifica hanno lavorato fino al tardo pomeriggio di sabato per la ricerca delle elementi utii alle indagini. Sono state repertate tracce organiche, ma nelle mani degli inquirenti sarebbe finito un coltello da cucina, forse l'arma del delitto. Sequestrato anche il telefonino della vittima.

Sul posto è giunto anche il medico legale per inquadrare l'ora del decesso, attorno alle 6. Il cadavere presentava una vistosa ferita nel collo. Altre risposte sono attese dall'autopsia, dalla quale si potrebbe risalire al dna dell'assassino e definire l'esatto orario della morte. Dal primo accertamento decisiva sarebbe stata la lesione provocata all'altezza della parte sinistra del collo. Che chiarirà anche se la 46enne abbia avuto o meno una collutazione con l'aggressore. Domenica mattina la Polizia Scientifica è tornata nell'abitazione.

"Faenza è stata scossa da un grave fatto di sangue - commenta il sindaco Massimo Isola - Come tutti sono sconvolto dall'efferatezza del gesto che ha tolto la vita a Ilenia Fabbri. Senza entrare nel merito delle indagini, fa però riflettere che a perdere la vita in modo così violento sia stata, ancora una volta, una donna. Ho massima fiducia negli investigatori, la polizia di Stato del commissariato di Faenza e la Squadra Mobile della Questura di Ravenna e degli organi inquirenti coordinati dalla Procura della Repubblica di Ravenna che stanno lavorando incessantemente per chiarire  quanto accaduto. Come comunità faentina per ora possiamo solo stringerci al dolore dei famigliari e agli amici di Ilenia".

Foto di Massimo Argnani

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Dall'Antica Roma al terzo millennio: il mito eterno dei Lom a Merz

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento