rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Cronaca Centro / Via Odoardo Gardella, 13

Uccide la moglie con più di 20 coltellate, l'autopsia: "La vittima si è difesa". Marito ai domiciliari in ospedale

Maria Ballardini si sarebbe difesa dalla violenta aggressione a colpi di coltello del marito Claudio Cognola. E' quanto emerge dall'autopsia affidata dal sostituto procuratore Marilù Gattelli al medico legale in merito all'omicidio di via Gardella

Maria Ballardini si sarebbe difesa dalla violenta aggressione a colpi di coltello del marito Claudio Cognola. E' quanto emerge dall'autopsia affidata dal sostituto procuratore Marilù Gattelli al medico legale in merito all'omicidio di via Gardella, dove giovedì il 77enne Cognola ha ucciso la moglie 82enne prima di tentare il suicidio lanciandosi dal balcone del terzo piano. L'uomo tuttavia è sopravvissuto alle gravissime ferite e si trova in coma farmacologico all'ospedale Bufalini di Cesena in stato di arresto con l'accusa di omicidio volontario pluriaggravato.

L'aggiornamento - Uccisa con oltre 20 coltellate, convalidato l'arresto del marito e rigettata la richiesta dei domiciliari

Lunedì mattina in Tribunale a Ravenna si è tenuta l'udienza di convalida dell'arresto davanti al gip Andrea Galanti. All'udienza naturalmente non era presente l'imputato, mentre era presente il suo avvocato Pier Giorgio Berardi. L'interrogatorio di Cognola è stato rimandato a data da destinarsi, in base all'evolversi delle sue condizioni di salute. Il giudice si è riservato di decidere sulla convalida e sul mantenimento della misura cautelare degli arresti domiciliari. Le aggravanti contestate a Cognola sono quelle di aver agito nei confronti del coniuge e di avere approfittato di circostanze di tempo, di luogo o di persona tali da ostacolare la privata difesa.

Omicidio in via Gardella (Foto Massimo Argnani)

Nel frattempo è stata svolta l'autopsia sul cadavere della vittima, dalla quale emerge come la moglie di Cognola abbia tentato di difendersi dalle numerosissime coltellate ricevute. Il marito, stando ai risultati dell'accertamento autoptico, avrebbe ucciso la donna colpendola con molta violenza con un coltello da cucina, con una lama lunga 16 centimetri (ritrovato nell'abitazione della coppia), almeno tre volte al capo, di cui una al volto, nonchè colpendola altre numerose volte di cui due alla schiena, 4 al deltoide sinistro e 11 al seno sinistro, provocandone la morte. La coniuge si è difesa riportando alcune ferite da difesa alla mano sinistra, morendo poi per anemia acuta emorragica.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uccide la moglie con più di 20 coltellate, l'autopsia: "La vittima si è difesa". Marito ai domiciliari in ospedale

RavennaToday è in caricamento