menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Online la "Wikipedia" di Ravenna: una piattaforma digitale per raccontare la città

Il sito nasce da un'idea della studiosa Paola Novara e si candida a divenire la fonte di informazione per chi abbia voglia conoscere la storia della città attraverso fonti e informazioni di alto livello

Il 15 gennaio 2001 nasceva Wikipedia, enciclopedia on line libera, collaborativa e gratuita ormai conosciuta ed utilizzata dalla maggior parte dei navigatori, ebbene oggi, 15 gennaio 2021, 20 anni esatti dopo nasce a  memoravenna.com. , un progetto che ha l'obiettivo di rendere fruibili a tutti, studiosi e non, tantissime informazioni sulla storia di Ravenna.

Da un'idea di Paola Novara, studiosa presso il Polo museale dell’Emilia Romagna, esperta di storia e archeologia del territorio ravennate,  sviluppata tecnicamente dalla competenza informatica di Enzo Dalmonte che ne ha curato gli aspetti tecnici, Memoravenna nasce, con la collaborazione e l'appoggio dell'associazione e del gruppo Facebook Ravenna Centro Storico, per crearsi il suo spazio fra i tanti siti già on line, e si candida a divenire non "una" fonte ma "LA" fonte di informazione per chi abbia voglia conoscere la storia della città attraverso fonti e informazioni di alto livello.

Il principio sia tecnico che estetico alla base del sito è quello di Wikipedia il progetto è pertanto un ossatura (comunque solida) in costante evoluzione e le informazioni contenute possono essere implementate da chiunque voglia contribuire con nuovi contenuti, la sua consultazione è assolutamente semplice e suddivisa in categorie che svariano dalle bibliografiche alle informazioni storiche,  ai personaggi che hanno realizzato studi storici su Ravenna e la convinzione è che diventeranno moltissime le persone interessate a navigare tra le pagine di questo meraviglioso progetto, sia da lettori che esperti della storia della nostra città.

Occorre precisare che non si tratta di un sito con informazioni turistiche, ma di un potenziale riferimento per gli studiosi ed appassionati, una  piattaforma con informazioni storico-scientifiche sulla città di Ravenna che nasce grazie alla collaborazione di numerosi  esperti che hanno aderito al progetto, ognuno con una propria specializzazione e che ci piace qui ricordare uno per uno ringraziandoli in anticipo per il loro impegno: Fulvia Fabbi (architetto ravennate specializzata in storia dell'architettura, ha all'attivo molte pubblicazioni dedicate in particolare agli edifici battesimali), Loris Dalmonte (uno dei fondatori e da anni presidente dell'associazione Quelli del Ponte, la prima ad avere organizzato a Ravenna ricostruzioni storiche ambientate nel tardo medioevo), Marcello Ravaglia (archeologo ravennate specializzato nello studio dei materiali protostorici) e Alessandro Bazzocchi (storico ravennate specializzato nello studio dell'epigrafia classica e della storia della chiesa di età moderna).

Interessante la sezione dedicata alle immagini: verranno qui raccolte cartoline e fotografie raffiguranti gli edifici di culto con didascalie ed informazioni storiche sui contenuti, in maniera  da fornire un riferimento cronologico sul singolo monumento. la sua storia e la sua trasformazione.

E già da ora chiunque fosse in possesso di fotografie di monumenti di Ravenna, “libere” (nel senso che devono essere prive di copyright) e significative dal punto di vista storico può condividerle attraverso memoravenna.com

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il gioco da tavolo dell'Inferno di Dante approda a Ravenna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento