Operai "in nero", senza protezioni e irregolari: denuncia e maxi sanzione per il datore di lavoro

Gli uomini dell’Ispettorato Territoriale del Lavoro e del Nucleo Ispettorato Carabinieri hanno scoperto 4 operai albanesi completamente irregolari, di cui uno anche irregolare sul territorio italiano

Nell’ambito di un'operazione di contrasto al lavoro "nero" e al rispetto delle norme sulla sicurezza nei luoghi di lavoro disposta nella cantieristica edile nel territorio di Ravenna e Faenza, gli uomini dell’Ispettorato Territoriale del Lavoro e del Nucleo Ispettorato Carabinieri hanno scoperto 4 operai albanesi completamente irregolari, di cui uno anche irregolare sul territorio italiano.

Gli ispettori, una volta entrati nel cantiere, hanno rilevato che gli operai erano posizionati su un ponteggio che era privo di ogni protezione. Inoltre gli stessi non solo non avevano firmato alcun contratto di lavoro, ma non erano muniti dei necessari dispositivi di protezione individuali e il datore di lavoro non aveva provveduto a fornire loro alcuna formazione e visita medica per l'idoneità sanitaria. Nel corso delle verifiche gli ispettori hanno accertato che uno dei quattro operai era anche irregolare sul territorio nazionale, non avendo alcun permesso di soggiorno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le violazioni accertate sono state ritenute particolarmente gravi per la salubrità dei lavoratori, determinando anche un abbattimento degli oneri contributivi/fiscali e generando il meccanismo della concorrenza sleale. Sono state elevate contravvenzioni, per il mancato rispetto della sicurezza sul lavoro, pari a 7.000 mila euro e sanzioni amministrative per l’impiego di lavoratori a nero pari a 5.000 mila euro. Il datore di lavoro e stato anche denunciato all'Autorità Giudiziaria per il reato di occupazione di manodopera clandestina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova stretta in vista: a rischio chiusura ristoranti, parrucchieri e palestre

  • Sanità innovativa: in ospedale uno strumento che colpisce le cellule tumorali

  • Il premio 'Cucina dell'anno' a una locanda romagnola: "Siamo orgogliosi"

  • Coronavirus, il nuovo dpcm: piscina e palestre sotto esame. Dalle 21 possibili coprifuoco

  • Quattro ristoranti ravennati premiati al 'Gran Premio internazionale della ristorazione'

  • Il Coronavirus torna nelle case di riposo: positivi 14 anziani e 3 oss

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento