Giovedì, 24 Giugno 2021
Cronaca

Tragico infortunio sul lavoro: muore operaio di 26 anni

Sul posto si sono precipitati i soccorsi del 118 con ambulanza e auto medica, che hanno stabilizzato il ragazzo sul posto e lo hanno trasportato all'ospedale Bufalini di Cesena in condizioni disperate

Foto Massimo Argnani

Drammatico infortunio sul lavoro nella serata di giovedì a Cervia. Intorno alle 20 un operaio di 26 anni stava lavorando nel piazzale della stazione di trasferimento dei rifiuti di Hera Ambiente, quando per cause ancora in corso d'accertamento è stato colpito violentemente da una ruspa in movimentazione.

Sul posto si sono precipitati i soccorsi del 118 con ambulanza e auto medica, che hanno stabilizzato il ragazzo sul posto e lo hanno trasportato all'ospedale Bufalini di Cesena in condizioni disperate. Il giovane purtroppo, Christian Vernocchi, è deceduto nel nosocomio cesenate. Il ragazzo, riferiscono da Hera e dai sindacati, stava svolgendo il suo lavoro per la ditta Ravenna Chimica, azienda del gruppo Ciclat. Sul posto per i rilievi di legge i Carabinieri di Cervia-Milano Marittima, che venerdì mattina hanno continuato le indagini.

Muore a 26 anni, l'appello: "Aiutateci a trovare una casa per le sue gatte"

Città in lutto

"A nome personale, dell’amministrazione comunale e dell’intera città di Cervia esprimo il più profondo cordoglio per la scomparsa di Christian - commenta il sindaco di Cervia Massimo Medri - Ogni volta che avviene un simile evento siamo tutti sconfitti, perché in una società civile e avanzata non è ammissibile morire nell’adempimento del proprio dovere. E’ un giorno di dolore che ci deve fare riflettere su come evitare questi incidenti, eliminando le cause che portano agli infortuni e alle morti. La sicurezza sui luoghi di lavoro deve essere la priorità civile e sociale ed è un dovere morale di ognuno di noi tenere sempre alta l’attenzione su questo tema. Confido che venga fatta luce il prima possibile sulla dinamica dei fatti e su quanto accaduto. La città di Cervia è vicina al dolore della famiglia".

I sindacati confederali e di categoria - Cgil, Cisl, Uil e Fp Cgil, Fit Cisl, Uil Trasporti - esprimono profondo cordoglio e si stringono attorno ai familiari di Christian. "Gli interrogativi che accompagnano la sua morte sono diversi, a partire dall’orario in cui è avvenuto l’incidente e dalle manovre che si stavano svolgendo nella stazione. Ci auguriamo che le indagini della magistratura possano fare piena luce sulla dinamica dell’incidente e su eventuali responsabilità - commentano i sindacati - Un giovane ha perso la vita e dovremo fare tutto il possibile affinché si chiarisca ogni aspetto dell’accaduto. Sono in corso richieste urgenti d’incontro con Hera Ambiente, proprietaria dell’area in cui si è verificato l’infortunio mortale, e Ravenna Chimica, azienda incaricata delle attività nella stazione di trasferenza, per comprendere cosa non ha funzionato nel servizio gestito in appalto. La sicurezza rappresenta una priorità assoluta e l’impegno quotidiano del sindacato è fare in modo che tragedie come questa non si verifichino mai".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragico infortunio sul lavoro: muore operaio di 26 anni

RavennaToday è in caricamento